sindaca bussoleno
Politica
BUSSOLENO

Sindaca costretta a dimettersi: «E così hanno vinto i No Tav»

Bruna Consolini cade sulle compensazioni per le opere della Torino-Lione

«Non intendo fare il sindaco in un fortino presidiato. Il Comune di Bussoleno non è un cantiere Tav, da circondare con il filo spinato e oggi i No Tav hanno vinto». Con queste parole, Bruna Consolini, sindaco di Bussoleno, si è dimessa nella serata di martedì. Il Comune valsusino, quindi, verrà commissariato fino alla prossima tornata elettorale, che dovrebbe essere nella prossima primavera. A portare il primo cittadino a fare un tale passo, è stato il tema delle opere di compensazione per il Tav Torino-Lione. All’ordine del giorno del consiglio comunale c’era il punto relativo all’approvazione della delibera di giunta sui fondi Pnrr della Regione Piemonte di oltre 59 milioni di euro attraverso la convenzione con lo stesso Ente per la tutela e il ripristino del territorio destinati ad opere di assetto idrogeologico. Soldi che Bussoleno vuole da tempo, ma che verrebbero concessi solo sotto forma di compensazioni legate alla Tav. Fondi che il sindaco è obbligata ad accettare «anche se sono una sorta di ricatto politico», ha detto davanti all’aula, gremita di cittadini e di esponenti No Tav. Dimissioni irrevocabili, anche se la maggioranza ha provato a farle cambiare idea. «Le risorse dovrebbero essere sostenute da erogazioni assoggettate alla realizzazione della nuova linea ferroviaria Torino-Lione configurando una posizione ricattatoria nei confronti del Comune di Bussoleno, che non si trova nelle condizioni di potere fare una libera scelta. Ritenevamo che avesse senso ragionare insieme, pur con distonie che peraltro sono state superate. Comunque il clima attuale è tutt’altra cosa e io in particolare non intendo fare il sindaco in un fortino presidiato», spiega Consolini. Il sindaco ora avrà 20 giorni di tempo per ritirare le sue dimissioni e proseguire con il suo mandato amministrativo, che era iniziato nel 2019.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo