Si spaccia per poliziotto con gli uomini della Volante: 26enne denunciato (foto di repertorio)
Cronaca
E’ successo in via Oxilia, a Torino

Si spaccia per poliziotto con gli uomini della Volante: 26enne finisce nei guai

Il giovane ha anche alzato la voce e minacciato gli agenti: è stato accompagnato in commissariato e qui denunciato
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Si spaccia per poliziotto con gli agenti ma non lo è, e per lui finisce male. E’ successo nei giorni scorsi in via Oxilia, a Torino. Qui, infatti, una pattuglia di uomini della Volante in forza al commissariato Barriera Milano, impegnata nell’ordinario servizio di controllo del territorio, si è imbattuta in un giovane cittadino italiano che stava discutendo animatamente con un’altra persona.

ESTRAE UNA PLACCA METALLICA
Alla vista delle “divise”, il ragazzo, 26 anni, si è rivolto ai poliziotti, tranquillizzandoli: a quel punto ha asserito di essere un collega in borghese, impegnato in un’operazione di polizia. Apparendo anomala come situazione, gli agenti (quelli veri) gli hanno allora chiesto a quale reparto  appartenesse. Per tutta risposta,  il giovane ha detto di appartenere alla polizia di Provincia, e contestualmente ha fatto il gesto di estrarre dalla tasca un portafogli contenente una placca metallica.

ALZA LA VOCE CON GLI AGENTI
A quel punto, i poliziotti si sono avvicinati a lui chiedendogli di poter vedere meglio la placca appena esibita. Il giovane, però, ha iniziato ad alzare la voce, in quanto pensava di  non essere assolutamente tenuto a mostrare alcunché. Sono quindi seguiti insulti e minacce all’indirizzo degli uomini della Volante.

ACCOMPAGNATO IN COMMISSARIATO
Inevitabile, per il 26enne, essere accompagnato, per accertamenti, presso gli uffici del commissariato, dove peraltro il ragazzo si è rifiutato di fornire le proprie generalità: lì è emerso come lo stesso detenesse senza alcun motivo una placca, all’interno del portafogli, recante la dicitura “Polizia privata”.

PER LUI SCATTA LA DENUNCIA
Il giovane è stato denunciato per rifiuto di fornire le proprie generalità, minacce e resistenza a P.U., possesso di segni distintivi in uso ai corpi di polizia, ovvero oggetti o documenti che ne simulano la funzione.

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo