tubo atc
News
NICHELINO

Si rompe un tubo nelle case Atc. Allagati decine di appartamenti

I residenti hanno impiegato un giorno per ripulire: «Siamo esasperati»

Costretti a stare al freddo o a lavarsi con il contagocce. Ancora disagi nelle case Atc di via Parri, a Nichelino. A complicare la vita degli inquilini, questa volta, la rottura di un tubo collegato alla centrale termica che ha mandato in tilt l’impianto di riscaldamento e allagato quattro appartamenti al primo piano del civico 1. Ciliegina sulla torta di una serie di problemi legati a infiltrazioni e piccole perdite che, alle porte dell’inverno, fanno presagire una stagione assai fredda. «Abbiamo passato un’intera giornata a spazzare acqua dalle case e dai corridoi. Siamo stremati – esordiscono gli inquilini -. Ogni anno all’accensione della caldaia si ripropongono gli stessi problemi: si va dall’avere 30 gradi al non avere affatto riscaldamento o acqua calda. Le perdite sono continue e i muri di cartongesso, sia negli appartamenti che sulla scala sono impregnati d’acqua». Il problema, come spiegato l’Agenzia territoriale per la casa, non è però da ricondurre alla centrale termica, sostituita pochi anni fa, bensì alla “età” delle tubazioni, realizzate contestualmente all’edificio e marcite in più punti.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo