soccorso alpino bardonecchia 1
Cronaca
L’intervento nella zona delle Grange Guiaud a quota 1.800 metri

Si perde nei boschi sopra Bardonecchia: migrante salvato dagli uomini del Soccorso Alpino [LE FOTO]

L’uomo, un algerino, dopo aver passato la notte all’aperto, aveva un principio di ipotermia

I tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese sono intervenuti, all’alba di questa mattina, insieme con gli uomini del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza e dei Vigili del Fuoco per recuperare un migrante disperso nei boschi sopra Bardonecchia (Torino), al confine con la Francia. La chiamata di emergenza è stata lanciata intorno alle 5 di questa mattina dall’uomo che, anche a causa della batteria scarica del telefonino, non è stato in grado di fornire indicazioni utili sulla sua localizzazione.

SOCCORRITORI IN AZIONE
Il malcapitato, un algerino, con principi di congelamenti alle mani e ai piedi (a seguito della nottata trascorsa all’aperto), ha allertato i soccorsi tramite una chiamata di emergenza, in quanto sprovvisto di scheda all’interno dello smartphone. Le ricerche si sono concentrate lungo le strade per il Colle della Scala e per la Valle Stretta, finché da Pian del Colle sono state avvistate delle luci lungo il vallone che sale in direzione del Col des Acles.

TRATTI IN SALVO
Fortunatamente, da un secondo contatto telefonico, è stato possibile localizzare il disperso nella zona delle Grange Guiaud intorno a quota 1.800 metri. Sul posto sono così giunte le squadre a bordo di mezzi fuoristrada che hanno individuato il migrante lungo un pendio ripido in cui era presumibilmente precipitato. Con l’uso delle corde e di tecniche alpinistiche, l’uomo è stato recuperato e trasportato a valle dove è stato affidato all’autoambulanza con un principio di ipotermia.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo