Fonte: Depositphotos
News
Fermato per rapina aggravata a Torino

Si finge cliente, afferra il telefonino e scappa: fermato quattro giorni dopo il colpo

Raggiunto dal proprietario del negozio, il malvivente lo ha minacciato affermando di essere malato di Aids e quindi infetto. E’ stato rintracciato dalla polizia

Lo scorso 28 giugno ha rapinato un punto Vodafone del centro di Torino. Ha finto di essere interessato all’acquisto di un cellulare, chiedendo di visionare diversi modelli. Poi ne ha afferrato uno e si è dato alla fuga. Raggiunto dal proprietario del negozio, ha iniziato a minacciarlo affermando di essere malato di Aids e quindi infetto. Ripresa la fuga, il ladruncolo ha gettato alcune sedie di un dehor limitrofo a terra, attirando l’attenzione di un passante che ha tentato di bloccarlo, senza riuscirvi.

IDENTIFICATO L’AUTORE DELLA RAPINA
Intervenuti sul posto, gli agenti del commissariato Centro hanno recuperato lo zaino lasciato dal malvivente. All’interno, c’erano una siringa e alcuni effetti personali. Qualche ora dopo il furto, gli 007 ella Polstato sono riusciti a risalire all’identità dell’uomo: un italiano di 50 anni, con precedenti specifici per reati contro il patrimonio, residente in via Mazzini ma di fatto senza fissa dimora.

INTERCETTATO E FERMATO, HA CONFESSATO
Nella tarda serata dello scorso 1 luglio, i poliziotti dello stesso commissariato lo hanno rintracciato mentre discuteva animatamente con un parente. Sottoposto a fermo di indiziato di delitto, il 50enne ha confermato agli agenti di essere lui l’autore del “colpo”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo