WhatsApp Image 2021-07-15 at 18.51.56
News
Nell’ultimo anno Dpcm, misure d’emergenza e leggi europee hanno messo in standby revisione auto e rinnovo della patente per molti automobilisti

Si avviano alla scadenza le proroghe straordinarie per patenti e revisioni

Se a fine luglio lo stato di emergenza non sarà ulteriormente prorogato, le proroghe andranno gradualmente scadendo nei prossimi mesi.

Nell’ultimo anno DPCM, misure d’emergenza e leggi europee hanno messo in standby revisione auto e rinnovo della patente per molti automobilisti. La ratio delle norme era il tentativo di limitare spostamenti e contatti, e con essi la propagazione del virus. Tuttavia l’effetto collaterale è stato la creazione di una certa confusione in merito a scadenze e categorie interessate.
Se a fine luglio lo stato di emergenza non sarà ulteriormente prorogato, le proroghe andranno gradualmente scadendo nei prossimi mesi. Vediamo quali sono quelle ancora attive.

Proroga scadenza revisione auto
Il documento da prendere come riferimento per la revisione auto è ancora il Regolamento UE 267/2021, approvato lo scorso 16 febbraio e in vigore dal 6 marzo 2021. Esso stabilisce che le revisioni in scadenza o scadute tra il 1 settembre 2020 e il 30 giugno 2021 siano automaticamente prorogate di altri dieci mesi.

Art. 5, comma 2: “[…] la validità dei certificati di revisione con data di scadenza compresa tra il 1o settembre 2020 e il 30 giugno 2021 si considera prorogata per un periodo di 10 mesi.

Per cui:

  • Scadenza revisione tra 1 settembre 2020 e 30 giugno 2021 → prorogata di 10 mesi (dalla data di scadenza)

I 10 mesi decorrono a partire dalla data di scadenza della revisione (non dal 30 giugno 2021!) e rappresentano un prolungamento del tempo utile entro cui – e non oltreeffettuare la revisione. Volendo fare un esempio, il proprietario di un veicolo con revisione in scadenza il 24 giugno 2021 potrebbe circolare (24 giugno 2021 + 10 mesi) fino al 24 aprile 2022 senza correre il rischio di incorrere in multe per la mancata revisione. Ma sarebbe opportuno che prima del 24 aprile il veicolo fosse sottoposto a revisione in modo da evitare multe. La norma è retroattiva – non vi sarebbe la data del primo settembre 2020, altrimenti – e copre anche coloro che erano rimasti esclusi dal precedente Regolamento UE dello scorso maggio e dalle varie proroghe nazionali. Infatti, con il Regolamento UE 698/2020 e il decreto legge 18/2020 (il cosiddetto “Cura Italia” e successivi aggiornamenti) si era creato un buco per i veicoli con scadenza naturale della revisione a gennaio e febbraio, lasciando esposti i conducenti di detti veicoli ad eventuali sanzioni. Pertanto, posta la retroattività della norma,  bisognerà chiarire che fare delle multe comminate agli automobilisti che circolavano con revisione scaduta in quel periodo di due mesi. La norma riguarda i veicoli delle categorie M (auto, trasporto persone) N (autocarri, camion) e O (rimorchi). Non sono previste proroghe per veicoli di categoria L (moto, ciclomotori).

Proroga scadenza patente
Il regolamento UE 698/2020 aveva per altro stabilito anche la proroga – di 7 mesi – della validità delle patenti di guida in scadenza tra 1 febbraio e 31 agosto 2020. Al regolamento europeo si aggiungevano proroghe nazionali che portavano la data di scadenza inizialmente al 31 dicembre, quindi al 2 maggio 2021.

Attualmente per effetto del nuovo Regolamento UE 267/2021 e del regolamento nazionale la situazione è la seguente.

Per quanto riguarda la circolazione in territorio italiano:

  • Patenti in scadenza tra 31 gennaio e 29 settembre 2020 → sono valide fino al 29 ottobre 2021 (cioè il novantesimo giorno a partire dalla sospensione dello stato di emergenza Covid, attualmente il 31 luglio 2021);
  • Patenti in scadenza tra 30 settembre e 30 giugno 2021 → sono valide altri 10 mesi a partire dalla data di scadenza;
  • Patenti in scadenza tra 1 e 31 luglio 2021 → sono valide fino al 29 ottobre 2021 (novantesimo giorno successivo alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza sanitaria, attualmente fissata al 31 luglio 2021).

Per quanto riguarda la circolazione nel territorio dell’Unione Europea:

  • Patenti in scadenza tra 1 febbraio e 30 maggio 2020 → sono valide 7 + 6 mesi a partire dalla data di scadenza;
  • Patenti in scadenza tra 1 giugno e 31 agosto 2020 → sono valide fino al 1 luglio 2021;
  • Patenti in scadenza tra 1 settembre e 30 giugno 2021 → sono valide fino a 10 mesi dopo la data di scadenza;

Sono prorogate di 10 mesi anche CQC (Carta di qualificazione del conducente) e CAP (Certificati di abilitazione professionale) in scadenza tra 1 settembre e 30 giugno 2021, e di altri 7+6 mesi quelli in scadenza tra 1 febbraio e 30 maggio 2020. Se utilizzate come documenti di riconoscimento, le patenti italiane con scadenza dal 31 gennaio 2020 sono valide in Italia fino al 30 settembre 2021, all’estero fino alla data di scadenza indicata nel documento. A scanso di equivoci, per il noleggio furgoni e auto la patente deve essere valida come licenza di guida: non basta che sia valida come documento di riconoscimento.

Infine, sono prorogate anche le scadenze per i fogli rosa. I documenti di autorizzazione all’esercizio di guida in scadenza tra 31 gennaio 2021 e 31 luglio 2021 sono prorogati al 29 ottobre 2021 – il novantesimo giorno dalla scadenza dello stato di emergenza.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo