Depositphotos
Il Borghese
L’EDITORIALE

Sfruttamento e connivenza

Dovrebbe servirci di lezione l’ultima indagine dei carabinieri che in pochi giorni hanno messo a nudo, per l’ennesima volta, la piaga del lavoro nero, varcando all’ora di pranzo la porta di numerosi ristoranti, specie quelli etnici, che vanno di gran moda. Bene, in una bottega su due c’erano dipendenti senza contratto, completamente sconosciuti ai centri per l’impiego.

Insomma clandestini almeno sotto il profilo dell’occupazione. Uno su due, anche su un campione ristretto di imprese, vuol dire il 50 per cento. Una percentuale scandalosa in un Paese (sempre che Torino possa essere un campione accettabile) che combatte una battaglia che pare persa in partenza contro chi viola le regole più elementari e, di fatto, trascura pure quelle della sicurezza e sempre più spesso dell’igiene. Turba un poco scrivere di queste questioni mentre le famiglie festeggiano e spendono i loro risparmi per i pranzi in famiglia, ma il dovere di cronaca spinge a non tacere, anzi stimola la denuncia. Perché la piaga che forse è diventata ancora più infetta in questi ultimi anni dimostra un malcostume inaccettabile verso chi, lavoratore dipendente, professionista o pensionato paga regolarmente le tasse, anzi le anticipa ogni mese con le trattenute in busta paga. E fin qui parliamo di quel malcostume tutto italiano di fregare il fisco.

Ma esiste anche una questione morale. Parlo di sfruttamento di persone che magari si accontentano di pochi spiccioli, ma anche della connivenza che certi imprenditori hanno verso chi già percepisce un reddito. Magari proprio dallo Stato. C’è un sistema da riformare con diritti e doveri da rispettare. Abbiamo capito tutti che sanzioni e gabelle servono a poco, se non ad ingrossare i dossier della pubblica amministrazione. E dunque non spaventano chi trasgredisce le regole. Insomma servirebbe un po’ di onestà. Ma sappiamo anche che non tutte le storie hanno un lieto fine.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo