panchina sfregiata thyssen
News
VIA PONDERANO

Sfregiata la panchina Thyssen. La mamma: «E’ meglio levarla»

Rosina Platì, mamma di Giuseppe Demasi: «Infangata la sua memoria»

È stata imbrattata la panchina dedicata a Giuseppe Demasi, l’operaio della ThyssenKrupp scomparso nell’incendio divampato nell’acciaieria il 6 dicembre del 2007. Le scritte a bomboletta spray sono comparse qualche giorno fa sul retro dello schienale della seduta commemorativa nel giardino di via Ponderano, in Madonna di Campagna, dove Demasi è cresciuto. L’ennesimo sfregio alla memoria dell’operaio 26enne avviene a due anni dalle scritte che avevano deturpato la targa a lui dedicata dalla Circoscrizione 5 nel medesimo giardino.

Questa volta, stando alle testimonianze dei residenti, gli autori del gesto sembrano essere stati dei ragazzini. Ma la bravata, se così si può chiamare, ha riaperto ferite profonde nella madre di Demasi, Rosina Platì. «Mi viene voglia di andare lì col martello e spaccare tutto perché così si infanga solo la memoria di mio figlio». È furente la signora Platì dopo aver scoperto la notizia dell’ennesimo atto vandalico nel giardino tanto caro a Giuseppe.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo