Violenza
News
E’ successo a Novi Ligure, nell’Alessandrino

Sfonda il portone di casa della ex davanti al figlio, arrestato

Il giovane, 23 anni, non accettava la fine della storia. La donna è scesa in strada e ha chiamato i carabinieri

Sfonda il portone del palazzo e quello dell’abitazione della ex convivente, aggredendola verbalmente alla presenza del figlio minore di lei e della sorella. G.B., 23 anni, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato in flagranza dai carabinieri per violenza privata, violazione di domicilio e danneggiamento pluriaggravato. Il giovane non accettava la fine della relazione con la 44enne che, nonostante la violenza del giovane, è riuscita a scendere in strada e chiedere l’aiuto del 112. Lì, infatti, l’hanno trovata i militari, disperata.

NON AVEVA ACCETTATO LA FINE DELLA STORIA
Dopo averlo bloccato, al 23enne è stata contestata anche l’aggravante prevista nel caso di reati contro l’incolumità fisica commessi alla presenza di minori. Secondo quanto ricostruito dalla donna, l’ex fidanzato aveva cercato di entrare in casa con il pretesto di poterle parlare alla presenza della sorella, ma al suo rifiuto era andato fuori di testa. La storia, durata alcuni mesi, si era rapidamente interrotta, ma il giovane non si era mai rassegnato, arrivando anche a minacciare il suicidio. Il 23enne si trova agli arresti domiciliari.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo