lite
Cronaca
IL SOPRALLUOGO

Sfm 5, la rivolta di Grugliasco: a rischio un’opera da 4 milioni

Lite con Torino sulla futura stazione di Borgata Quaglia-Le Gru
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

È sempre lite tra Torino e Grugliasco sulla futura stazione di Borgata Quaglia-Le Gru. Ieri i due comuni hanno svolto un sopralluogo in corso Tirreno, dov’è prevista la nuova struttura di un piano che è parte della nuova linea Sfm5, e che comprende anche le fermate San Luigi ad Orbassano e San Paolo a Torino. Serve però l’ok di Torino per approvare la variante che dia l’ok ai lavori. Due settimane fa i pentastellati in commissione si erano dichiarati contrari, e la situazione non è cambiata nemmeno ieri al punto che Roberto Montà, sindaco di Grugliasco, ha usato parole dure per l’amministrazione torinese, accusata di «rallentare un’opera da 4 milioni di euro proprio ora che si discute il progetto definitivo, dopo avere già deciso di togliere il 15 da Lesna».

La nuova stazione prevede un fabbricato, un parcheggio per auto e taxi, la fermata del bus e due ascensori nel sottopasso per collegare Borgata Lesna. Nella maggioranza del M5S c’è chi parla di «spreco di suolo pubblico», mentre l’assessore Antonino Iaria corregge – ma solo un po’ – il tiro spiegando che «il progetto non va stravolto bensì modificato, per ridurre il consumo di suolo». Tra qualche settimana, il consiglio voterà la variante. Favorevole ai lavori la Circoscrizione 3, che ha appena votato una mozione. «Altrimenti – così il consigliere, Marco Titli – l’intero progetto tornerebbe in discussione».

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo