Finanza
News
Operazione della guardia di Finanza

Settimo, maxi sequestro di articoli cinesi: imprenditore rischia fino a 70mila euro di multa [LE FOTO]

Già esposti per la vendita, erano di dubbia provenienza e potenzialmente pericolosi per la salute

Diecimila articoli non conformi, di dubbia provenienza e potenzialmente pericolosi per la salute. Tra questi, centinaia di articoli per l’elettronica e la telefonia nonché materiale elettrico, il tutto già esposto per la vendita.

Questo il bilancio di un intervento della guardia di Finanza di Torino che nei giorni scorsi ha perquisito la sede di un grosso store, gestito da un imprenditore trentenne, dove venivano venduti articoli di varia natura, senza alcuna indicazione circa i dati dell’importatore, la presenza di materiali o sostanze pericolose, le modalità di smaltimento e, non da ultimo, le precauzioni d’uso che gli acquirenti dovrebbero rispettare per il loro utilizzo senza alcun rischio per la salute.

L’operazione condotta dai finanzieri della compagnia di Chivasso, ha interessato il punto vendita dell’azienda situato a Settimo Torinese. Nel corso dell’intervento sono stati cautelati migliaia di prodotti per l’elettronica, privi di qualsiasi etichettatura e di provenienza ignota, il tutto con evidenti rischi per la salute dei consumatori finali.

Al termine dell’intervento sono stati 10.000 gli articoli di varia natura sequestrati. Ora l’imprenditore, di origini cinesi e residente a Torino, rischia sanzioni sino a 70.000 euro.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo