garage masserizie
Cronaca
VIA DEGLI ULIVI

Sette garage occupati dalle masserizie. E scatta il maxi blitz della municipale

Controlli a Falchera, denunciate tre persone. Marrone: «Riportare la legalità»

Sette garage di via degli Ulivi, nel quartiere Falchera, trovati in balia delle più disparate masserizie. È l’autentico “bottino” scoperto ieri mattina dalla polizia municipale, nel corso di un maxi blitz improntato a riportare la legalità nella zona delle case popolari.

Ad essere occupati abusivamente, questa volta, non sono stati degli alloggi ma dei semplici box al pian terreno. Vuoti, o meglio: mai assegnati. Così al loro interno alcuni soggetti avevano cominciato ad ammassare di tutto e di più. Dai vestiti fino a svariati rottami. Stipati in pochi metri quadri, tanto da riempire i garage fino all’inverosimile. Così a seguito di una segnalazione anonima, i vigili hanno deferito tre persone all’autorità giudiziaria (residenti nel palazzo) e posto sotto sequestro qualche oggetto. I controlli e gli accertamenti da parte delle forze dell’ordine, tuttavia, continueranno nelle prossime ore.

«Non si tratta di un’occupazione abusiva di case – ha tenuto a precisare Atc -. I componenti di questa famiglia sono, di fatto, regolari assegnatari di un alloggio». Ma sul caso dei garage trasformati in discarica si sono espressi anche l’assessore alle Politiche sociali della Regione Piemonte, Maurizio Marrone, e il presidente della Circoscrizione 6, Valerio Lomanto. «Siamo in prima fila nel chiedere legalità e mettere in campo misure a tutela degli inquilini onesti – rincarano Marrone e Lomanto -. Bisogna scegliere se stare dalla loro parte o se continuare a fingere di non vedere un problema per colpa di paraocchi “buonisti”».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo