SANITÀ

«Servono almeno 150 nuovi medici o si chiuderanno i pronto soccorso»

L’assessore Icardi lancia l’allarme a Palazzo Lascaris: «Dovremo usare gli specializzandi»

A rispondere all’emergenza potrebbe essere chiamati i medici specializzandi

La preoccupazione è più che seria e il rischio, specie nei casi di maggiore sovraffollamento dove «l’84% dei pazienti sono codici bianchi e verdi», potrebbe essere quello di dover chiudere le porte dei reparti di emergenza. I pronto soccorso. L’allarme lo ha lanciato l’assessore alla Sanità, Luigi Icardi, illustrando a Palazzo Lascaris le strategie della Regione per rispondere alla sempre più grave carenza di personale sanitario. «Abbiamo una criticità enorme sulla stragrande maggioranza dei pronto soccorso della nostra regione, in alcuni casi ho ricevuto richieste dai direttori generali per la chiusura di quelli periferici. Siamo di fronte a una scelta alternativa: o mettiamo del personale medico in una misura tra 120 e 150 unità o saremo costretti a chiudere dei pronto soccorso» ha dichiarato Icardi senza mezzi termini, proponendo tra le soluzioni anche l’impiego di medici non specializzati per esorcizzare il pericolo.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single