Granata sconfitti 2-1 in casa

SERIE A. Torino, Belotti non basta. La Lazio la ribalta nella ripresa

Il "Gallo" illude dal dischetto, Immobile e Parolo chiudono i giochi. Ora la zona retrocessione è a 6 punti

Torino, Belotti (nella foto) non basta. La Lazio la ribalta

Secondo ko di fila per il Toro, sconfitto in casa dalla Lazio. E dire che i granata erano anche passati in vantaggio con Belotti. Ma poi Immobile prima e Parolo poi, l’hanno ribaltata, assicurando i 3 punti ai biancocelesti che ora restano in scia della Juve (attesa questa sera contro il Genoa a Marassi) distante appena un punto.  L’undici di mister Longo perde dunque la seconda gara di fila. Il vantaggio sulla zona retrocessione, in attesa delle altre gare, resta di 6 punti.

LONGO SI AFFIDA AL 3-5-2
Per quanto concerne la gara, Longo ha deciso di mescolare le carte optando per il 3-5-2, mettendosi praticamente “a specchio” rispetto alla Lazio. In campo si è visto dal primo minuto Verdi in tandem con Belotti, mentre in mediana sono stati schierati RinconLukic e Meité.

LA RISPOSTA BIANCOCELESTE
Gli ospiti si sono invece affidati alla collaudata coppia d’attacco formata da Immobile e Caicedo, con Jony e Lazzarri esterni di centrocampo e Patric a completare il terzetto arretrato con Acerbi e Radu.

BELOTTI NON SBAGLIA
Pronti, via. E già al 3′ la partita si accende. Immobile respinge con il braccio la conclusione di Nkoulou e l’arbitro fischia il rigore. Belotti dal dischetto trasforma battendo Strakosha. La Lazio prova a reagire, ma la difesa granata fa buona guardia e Sirigu viene impegnato soltanto a due minuti dalla fine da un colpo di testa di Parolo.

GIALLI PESANTI NELLA LAZIO
Nel recupero, la Lazio pareggia con Acerbi ma il gol è in fuorigioco e l’arbitro annulla. La prima frazione di gioco si chiude con il Toro in avanti di una marcatura e la Lazio con Immobile e Caicedo ammoniti: entrambi diffidati, salteranno la sfida con il Milan.

IMMOBILE SIGLA IL PARI
Nel secondo tempo, la Lazio pareggia praticamente subito. Già al 3′ con Immobile abile a deviare in porta con un sinistro a incrociare, un filtrante di Luis Alberto. I granata accusano il colpo e vanno in affanno. A poco servono i cambi di Longo (Berenguer, Ansaldi ed Edera) contro gli affondi laziali.

PAROLO LA CHIUDE
Così, al 73′, la Lazio mette la freccia: Sirigu para su Milinkovic-Savic, Parolo è lesto a conquistare il pallone e, complice anche la deviazione di Bremer (che spiazza involontariamente il portiere granata), insacca la palla del definitivo 2-1.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single