Domani si gioca il derby della Mole: Juve e Toro in campo con le magliette commemorative per i 50 anni della Regione
News
Domani (alle 18) l’anticipo. Sulle maglie lo stemma commemorativo dell’ente piemontese

SERIE A. Juve-Toro, derby “speciale” allo Stadium per i 50 anni della Regione

Le due formazioni si sfidano per la 151esima volta in campionato. Occhio a Ronaldo, MVP di novembre e Belotti, a caccia del gol numero 100 in granata

Conto alla rovescia per il derby della Mole, “antipasto” della 10ma giornata di campionato. Domani, alle ore 18, Juventus e Torino si sfidano per la 151esima volta in Serie A. Si gioca all’Allianz Stadium, in casa dei bianconeri, dunque, dove i granata non vincono dall’aprile del 1995. Da allora sono arrivati ​​quattro pareggi e 10 sconfitte per la formazione ospite. Tra l’altro, statistica nella statistica, la Juve è anche la squadra contro la quale il Toro ha perso più partite (72) nel massimo campionato italiano.

LA REGIONE COMPIE 50 ANNI
Quest’anno, in ogni caso, la sfida è un po’ “speciale”. Sì, perché, in occasione del derby, a cinquant’anni esatti dalla nascita della Regione Piemonte (l’istituzione mosse i primi passi nel 1970, in piazza Castello), le due squadre indosseranno le loro consuete divise di gioco sulle quali sarà riportato uno stemma commemorativo creato proprio per festeggiare il mezzo secolo di vita dell’ente di rappresentanza dei piemontesi.

RICCA: FELICE PER DISPONIBILITA’ CLUB
“Siamo molto felici che la Juventus e il Torino, con grandissima partecipazione e disponibilità, abbiano deciso di portarci metaforicamente in campo con loro. La Regione Piemonte festeggia 50 anni e non vedo modo migliore per celebrare questo evento se non quello di essere insieme a due eccellenze sportive del nostro territorio che incarnano per tanti piemontesi parole come passione, orgoglio, appartenenza” ha commentato l’assessore regionale allo Sport Fabrizio Ricca.

RONALDO MVP DI NOVEMBRE
Per quanto concerne il campo e dunque gli eventuali, attesi protagonisti del match, difficile non pensare a Cristiano Ronaldo, fresco vincitore del premio MVP di novembre per la serie A (il trofeo, assegnato sulla scorta della classifica stilata secondo le rilevazioni statistiche di Stats Perform, gli sarà consegnato nel pre partita). CR7 è andato a segno anche in Champions League contro la Dinamo Kiev dopo aver saltato l’ultima partita di Benevento (pareggiata 1-1): il portoghese è a quota 29 gol in serie A nel 2020 e per la nona volta in carriera può arrivare a 30 reti segnate nel corso di un singolo anno solare in un campionato europeo.

MORATA OUT, C’E’ DYBALA
Pirlo sarà costretto a fare a meno (per squalifica) di Alvaro Morata, che ha comunque preso parte al 40% delle reti messe a segno, finora, dalla Juventus: lo sostituirà Paulo Dybala, che contro il Toro, in campionato, può comunque vantare quattro gol in carriera, tre delle quali segnati proprio allo Stadium.

BELOTTI A CACCIA DEL GOL NUMERO 100
Sul fronte opposto, occhio ad Andrea Belotti. Il “gallo” va a caccia del gol numero 100 con la maglia del Torino. In carriera, finora, l’attaccante granata ha segnato tre gol alla Juventus in campionato, incluso quello su calcio di rigore trasformato nel marzo del 2016 che spezzò la striscia record di 974 minuti senza subire reti di Gianluigi Buffon.

ATTENTI ALL’EX ZAZA
Ma nell’attacco del Toro c’è anche Simone Zaza, ex di turno della partita (ha giocato con la Juventus nella stagione 2015/16) ed, a sua volta, a segno contro i bianconeri per due volte con la maglia del Sassuolo nel 2014.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo