Domani sera la sfida all'Allianz Stadium

SERIE A. Juve, Pirlo non si fida del Cagliari: “Voglio spirito combattivo”

Il tecnico bianconero: "Periodo crescita finito, da qui a Natale ci aspettano 10 partite. Giochiamole come fossero finali". Recuperato De Ligt

Il tecnico della Juve, Andrea Pirlo

Dopo la pausa per le nazionali, si riaccendono i riflettori sul campionato di serie A. In casa Juve è tutto pronto per la sfida dell’Allianz Stadium, domani sera (alle 20,45) contro il Cagliari. Pirlo ha di che sorridere. Il tecnico bianconero può infatti coccolarsi De Ligt, al rientro dopo i tre mesi di stop e già pronto per scendere in campo, mentre in attacco, accanto all’inamovibile Ronaldo ci sarà un sempre più ispirato Morata.

ALEX SANDRO ANCORA AI BOX
Ancora ai box, invece Alex Sandro, che in ogni caso non verrà schierato dal 1′. “Si è allenato con noi l’ultima settimana. Ci vorrà un po’ più di tempo per vederlo dall’inizio però è convocabile” ha precisato Pirlo.

ATTENTI AL CAGLIARI
L’avversario dei bianconeri non è di quelli semplici. Pur senza Godin, risultato positivo al Covid e Nandez, negativo, ma tenuto comunque fuori per precauzione, gli isolani sono comunque un avversario da prendere con le molle. Mister Di Francesco ha plasmato una squadra che segna con facilità con Joao Pedro e Simeone, potendo fare affidamento su giovani del calibro di Zappa, SottilWalukiewicz sempre più in rampa di lancio. Lo sa bene Pirlo che proprio per questo ha invitato i suoi a tenere alta la guardia.

GIOCARE COME FOSSERO FINALI
“Il periodo di adattamento e crescita è finito. Da adesso, fino a Natale, ci aspettano 10 partite che dovremo giocare come se fossero tutte finali. A partire da domani, contro il Cagliari” ha spiegato l’ex fantasista parlando ai microfoni di Juventus tv.

SERVE SPIRITO COMBATTIVO
“Voglio vedere uno spirito diverso, combattivo e bisognerà giocare alla grande per raggiungere il risultato” ha proseguito il tecnico della Juve. E ancora, ha aggiunto Pirlo a proposito degli avversari di domani: “Di Francesco ha portato un grande entusiasmo, un buon sviluppo del gioco quando impostano sia a tre che a quattro. Hanno giocatori bravi sia a centrocampo che in attacco e di esperienza”.

SARA’ PARTITA IMPORTANTE E DIFFICILE
“Sarà una partita importante è difficile, ma noi non dovremo guardare il risultato, ma solo noi stessi per vincere la partita” ha concluso Andrea Pirlo.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single