assicuratore denunciato per truffa dalla polizia
Cronaca
Operazione della guardia di Finanza di Torino

Sequestrati beni per 6 milioni al broker furbetto che truffava i clienti

L’uomo, fuggito in Brasile nel marzo del 2017, è finito nei guai insieme ad una coppia di coniugi

Beni per 6 milioni di euro: è quanto le fiamme gialle del gruppo Torino hanno sequestrato ad un private-banker di una banca d’investimenti operante anche nel capoluogo piemontese. Nei guai è finita anche una coppia di coniugi accusata, dagli inquirenti, di aver collaborato con lui per riciclare il denaro sottratto ai clienti-risparmiatori ignari delle attività fraudolente che venivano realizzate a loro danno.

IL BROKER ERA FUGGITO IN BRASILE
Ai due uomini è stato notificato anche il divieto di espatrio e l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria tre volte alla settimana. Le indagini, condotte dal Nucleo di polizia economico-finanziaria e dalla sezione di pg di Torino, e coordinate dalla procura, sono state avviate in seguito alla fuga del broker in Brasile, avvenuta nel marzo 2017, nonché per le querele presentate da alcuni risparmiatori i quali avevano rilevato ammanchi considerevoli sui propri conti.

SOTTRATTI SOLDI PER 8 MILIONI
Dagli accertamenti bancari nei confronti dei clienti seguiti dal promotore furbetto, nonché in numerose perquisizioni è emerso che il broker avrebbe sottratto circa 8 milioni e mezzo di euro nei confronti di 16 risparmiatori, attraverso l’utilizzo di moduli firmati in bianco o con firma falsa.

SOLDI “RICICLATI” IN BENI DI LUSSO
Secondo le verifiche, le somme sottratte sarebbero state utilizzate in parte per l’acquisto, la vendita e la permuta di orologi di lusso nuovi e usati, la compravendita di monete antiche e di valore, nonché di autovetture fuoriserie e in parte trasferite in favore di imprese italiane ed estere, localizzate in Brasile, in Svizzera e a Malta, riconducibili al broker e alla coppia di coniugi, anche mediante l’interposizione di società “schermo”.

SEQUESTRATI TERRENI, IMMOBILI E AUTO
Nel corso di perquisizioni eseguite a Torino e provincia, ma anche a Roma, Pavia, Savona, Siracusa e Porto Rotondo, i baschi verdi hanno proceduto al sequestro preventivo di 12 immobili, 21 terreni e 8 autovetture. Sono stati inoltre recuperati e sequestrati 46 orologi di lusso, collezioni di monete d’oro, auto sportive, suv e moto di grossa cilindrata.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo