senzatetto gn 2
Cronaca
L’EMERGENZA FREDDO

Senzatetto, il nuovo dormitorio all’interno dell’ex falegnameria

Trenta posti letto per accogliere chi passa la notte in strada

Ridimensionato il centro di accoglienza notturno di via Traves, quest’anno il Comune di Torino si prepara ad aprire un nuovo dormitorio per ospitare i senza fissa dimora nel periodo più freddo dell’anno. Il centro – gestito dalla Croce Rossa di Torino insieme alla Fondazione Mamre – si trova in piazzale Croce Rossa al civico 185 e metterà a disposizione 30 posti letto.

L’area industriale dismessa è stata presa in gestione dalla Fondazione che ha ristrutturato circa il 60% della struttura che un tempo ospitava una falegnameria. Nella restante parte di fabbricato – attualmente non utilizzata -verranno installate brandine e tavoli dove verrà servita la cena ai clochard.

I lavori per l’allestimento del centro partiranno nei prossimi giorni e le porte della struttura si apriranno non più tardi di metà novembre. «All’interno dello stabile c’è acqua corrente» fanno sapere dalla Croce Rossa. Mentre per quanto riguarda i bagni, verranno allestiti degli impianti mobili. Il riscaldamento dello spazio dovrebbe avvenire tramite stufette elettriche.

La qualità dell’accoglienza «migliora significativamente rispetto ai container di via Traves» fanno sapere gli addetti ai lavori della Croce Rossa. Nel nuovo dormitorio i senza tetto troveranno ad accoglierli psicologi e mediatori culturali. L’équipe multidisciplinare di Mamre è infatti composta da 45 operatori tra psicoterapeuti e sociologi. Fondata nel 2001 da Francesca Vallarino Gancia e suor Giuliana Galli, Mambre mira all’inclusione sociale e al sostegno ai più fragili. Il centro appare più facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici, rispetto al dormitorio di via Traves che, nei prossimi anni, verrà dismesso.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo