BELMONTE

Senza un milione della Regione. Il santuario chiuderà i battenti

Nel 2019 era stato stipulato un accordo, ma i soldi non si sono mai visti

Qualche anno fa era balzato agli “onori” delle cronache perché i frati del santuario di Belmonte, furono massacrati di botte nel corso di una rapina e finirono in ospedale. Ma, qualche tempo dopo, i carabinieri individuarono i malviventi (uno era il giardiniere del convento) e la gang finì in cella. Dopo quel fatto, però, progressivamente nel tempo, l’ordine Francescano si è disimpegnato nella gestione del sito religioso che ora rischia di chiudere definitivamente se a livello regionale non si prenderanno provvedimenti, peraltro già contenuti in un accordo di poco più di un anno fa. «Nel 2019 – spiega il consigliere regionale Alberto Avetta (Pd) -, la Giunta Chiamparino aveva predisposto un accordo di programma con il coinvolgimento dei comuni del territorio, stanziando un milione di euro per l’acquisto del Santuario di Belmonte. Ora apprendiamo che durante la recente assemblea dell’Associazione Amici di Belmonte, tutto risulta sospeso. Per questo ho presentato un’Interpellanza per sapere se l’attuale Giunta regionale intende riprendere la procedura definita dall’accordo di programma del 2019, coinvolgendo gli attori territoriali, al fine di garantire un futuro al Sacro Monte, e se il finanziamento di 1 milione di euro allora individuato sia tutt’ora previsto a bilancio».

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single