Il governatore Alberto Cirio
News
DPCM

Semi lockdown in Italia, Cirio: “Aiuti immediati e certi alle categorie più colpite”

Il governatore del Piemonte: “Inasprimento delle misure necessario”. Appendino: Domani Tavolo di Crisi per interventi praticabili, veloci ed efficaci per i settori di commercio e ristorazione”

Aiuti immediati e certi. E’ quanto chiede il governatore del Piemonte, Alberto Cirio, dopo il nuovo Dpcm che di fatto sancisce un semi lockdown. “Siamo consapevoli che era necessario un inasprimento delle misure, perché i numeri del contagio purtroppo lo richiedevano – ha scritto Cirio su Facebook -. Ma sono molto preoccupato del fatto che le istanze che come Regioni abbiamo difeso in due giorni di confronto, per una apertura fino alle 23 di bar e ristoranti (anche solo su prenotazione), così come quelle di garanzia per palestre e piscine, non siano state accolte”.

“Ora – continua il governatore – queste categorie non possono essere lasciate sole. Il Governo ha annunciato indennizzi. Bene, purché siano risorse immediate, certe e reali, perché al momento le uniche misure mirate e a fondo perduto che hanno dato un po’ di fiato a queste attività sono quelle che ha erogato la Regione con il Bonus Piemonte”.

“Comunque stiamo studiando ed approfondendo tutte le nuove disposizioni del DPCM per applicarle al meglio, mentre proseguiamo a lavorare anche oggi per continuare a potenziare i nostri ospedali e la nostra sanità regionale – conclude -. Una raccomandazione mi permetto di rivolgerla a tutti: mettiamo sempre la mascherina e seguiamo le regole del distanziamento sociale. Facciamolo per noi, ma anche per rispetto di quelli che da domani saranno costretti a pagare un prezzo maggiore per la sicurezza di tutti”.

APPENDINO: AL LAVORO PER TUTELARE LE CATEGORIE PIU’ COLPITE

Si è affidata a Facebook anche la sindaca di Torino, Chiara Appendino: “Il presidente Giuseppe Conte, illustrando il nuovo Dpcm, ha parlato di restrizioni per la riduzione del diffondersi del contagio – con numeri in continua crescita – e di interventi economici, che dovranno essere veloci e adeguati. Ora, la collaborazione tra Istituzioni deve essere massima ed efficace. Ognuno deve fare la sua parte. Per questo motivo, oltre agli interventi già messi in campo nei mesi e nelle settimane scorse, la Giunta è e rimane a disposizione del Governo e di tutte le Istituzioni per individuare forme di mitigazione praticabili per i settori maggiormente colpiti – ha scritto -. Penso, ad esempio, a commercio, ristorazione, cultura, sport”.

“A tal proposito – aggiunge Appendino – la Città di Torino parteciperà domani stesso al Tavolo di Crisi richiesto dalla Prefettura, con la presenza della Regione e dei rappresentanti delle categorie, al fine di individuare interventi praticabili, veloci ed efficaci per i settori di commercio e ristorazione. Ve lo assicuro, conosciamo benissimo la durissima situazione che stanno vivendo i settori coinvolti e il nostro impegno per aiutarli è massimo”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo