Fonte: depositphotos
News
E’ successo ieri mattina nel quartiere Parella a Torino

“Scusi, ha da accendere?”. E le rapina il telefonino. Il malvivente però non va lontano

I passanti accorrono in aiuto della vittima, una donna di 40 anni, e lanciano l’allarme. Gli agenti della Volante intervengono e acciuffano il malvivente recuperando la refurtiva

Brutta avventura, ma per fortuna a lieto fine, ieri mattina, nel quartiere Parella a Torino, per una donna italiana poco più che quarantenne. Poco prima delle 8 del mattino, mentre, a piedi, da via Pietro Cossa si dirigeva verso piazza Massaua per andare a prendere la metro, un uomo, fermo alla pensilina dei bus le ha chiesto se avesse da accendere.

CON LA SCUSA DELLA SIGARETTA, LA RAPINA
La signora ha risposto di sì ma, nell’accingersi a prendere l’accendino dalla borsa, con una mossa fulminea, il balordo le ha strappato il cellulare dalla mano facendola cadere a terra e dandosi alla fuga lungo via Sostegno.

I PASSANTI DANNO L’ALLARME, IL BANDITO NON VA LONTANO
Alcuni passanti, sentite le grida della vittima, sono giunti in suo soccorso segnalando contestualmente l’accaduto al 112 NUE. In men che non si dica il personale della Squadra Volanti, intervenuto tempestivamente sul posto, è riuscito ad individuare e ferma l’aggressore, nonostante un suo tentativo di resistenza, intrercettandolo in via Madonna delle Salette.

REFURTIVA RECUPERATA E RICONSEGNATA
Si trattava di un 23eenne di nazionalità gambiana, irregolarmente residente sul territorio nazionale; il cellulare, ancora in mano al malvivente, è stato recuperato e subito restituito alla proprietaria. Il giovane, che ha precedenti specifici e con a carico un obbligo di dimora nella città di Terni, è stato arrestato per rapina.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo