Barriera
News
CIRCOSCRIZIONE 6 I progetti di AxTo per giardini e parchi

Scuole, arte, sicurezza: «Le tre parole chiave per rilanciare Barriera»

Dai laboratori artistici fino alla nuova vita dell’ex Incet; una spiaggia a cielo aperto nel bunker di via Paganini

Definirlo un quartiere multietnico sarebbe fin troppo scontato. Sì perché Barriera di Milano (più conosciuto come Barriera) è da considerarsi un quartiere unico nel suo genere: per la varietà di intrecci linguistici, per le riqualificazioni in atto da anni sul territorio e per i progetti messi in campo da Città e privati.

Quel che una volta era “insicuro” è oggi un polo per famiglie, un nuovo centro traslocato i periferia. Un esempio sono i tanti atelier di artigiani e laboratori creativi, spesso affidati a storici bottegai di zona. Per non parlare del processo artistico, con l’arte usata come veicolo di riqualificazione.

I progetti

Una delle grandi forze di AxTo è stata quella di dare alla gente ciò che la gente chiedeva. Per esempio, il restyling di giardini, spazi residuali e aree gioco. Viene in mente la sistemazione delle aree lineari di corso Taranto (tra via Ancina e via Monterosa) o anche solo l’inserimento di tavoli e sedie per la socializzazione.

O se pensiamo a Pietra Alta, ecco la realizzazione di tre campi sportivi per tennis, calcio e basket, o ancora il rilancio del parco Peccei. Oggi una palestra a cielo aperto, con ampi spazi green. Potremmo fare altri esempi (marciapiedi, scivoli per disabili) ma il risultato non cambia.

E poi le scuole, un altro capitolo che interessa molto a chiunque abbia figli in età scolastica e a chiunque abbia a cuore la sicurezza. È il caso della Croce di corso Novara o del complesso Marchesa di Viotti. Senza dimenticare la rimozione dell’amianto dall’asilo nido di corso Taranto.

L’arte in periferia

Se dei Bagni pubblici parleremo a parte, può essere utile soffermarsi su molte altre realtà che hanno cambiato Barriera. Oggi molte zone della città indossano una nuova veste: è il caso del Mef di via Cigna, racchiuso in un elegante spazio moderno con tanto di mostre ed eventi culturali. Nella cornice dell’ex Incet, complesso industriale che ha lasciato il posto a un asilo e a una nuova stazione dei carabinieri.

E poi ciò che è storia: il teatro Monterosa di via Brandizzo, quest’estate arena cinematografica, l’unica sala (assieme al Piccolo Cinema dei De Serio) aperta in tutta la zona nord di Torino, e la cascina Marchesa, gestito dall’associazione Choros che ha rilanciato una rassegna di teatro comunità – R-estate in Barriera.

Se pensi alla musica, invece, pensi a Spazio 211, dove la sera i gruppi giovanili si esibiscono e durante il pomeriggio ballano le persone con disabilità. Sempre pensando alla danza, la compagnia Araba Fenice, e la sede di Primo Passo, associazione culturale rumena. All’arte giovanile, il Performing Media Lab di via Salgari. Mentre è impossibile non spendere parole per i laboratori di via Baltea 3, pensiamo a CasaBottega: il progetto che trasforma le serrande abbassate di Barriera di Milano in laboratori artistici.

Un intervento diffuso di rigenerazione urbana per dar vita a luoghi creativi con residenza, per sperimentare tra abitanti e giovani artisti e artiste nuove forme di cittadinanza attiva. E poi la palestra di Vertigimn, il circolo Risorgimento, il Banfo e l’Anatra Zoppa, Spazio Montanaro della Pistoletto, il Bunker, Q35. L’elenco pare non esaurirsi mai.

«Barriera è forse uno dei quartieri più vivi in questo momento – spiega l’assessore alle Periferie, Marco Giusta -. Un quartiere caratterizzato da forti contrasti, bellezze architettoniche, culture. Un territorio ricco di storia e storie da raccontare, forte di una grande connessione comunitaria. Due le sfide per il futuro: sconfiggere il senso di insicurezza incrementando luoghi di incontro dove le persone possano scendere in strada senza paura, e investire nelle scuole per ricostruire un senso di speranza per il futuro».

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo