Foto di repertorio: depositphotos
News
I DETTAGLI

Scuola in Piemonte, no a deroga Dad per figli dei lavoratori di servizi essenziali

La nota: possibilità di frequenza in presenza nelle aree ad alto rischio solo per studenti disabili e per le attività di laboratorio

Il Ministero dell’Istruzione e l’Usr Piemonte fanno chiarezza dopo le richieste del presidente della Regione Alberto Cirio, che in giornata ha inviato una lettera al ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi chiedendo l’elenco delle categorie a cui verrà data la possibilità di richiedere scuola in presenza per i propri figli.

“Il DPCM del 2 marzo – comunica il Ministero – prevede la possibilità di frequenza in presenza solo per gli studenti disabili e per le attività di laboratorio. Non è contemplata tale possibilità per i figli dei lavoratori di servizi essenziali, richiamati nella Circolare ministeriale del 4 marzo”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo