Il governatore Alberto Cirio
News
LE DICHIARAZIONI

Scuola, Cirio risponde ad Azzolina: “La nostra una forma di tutela, non provocazione”

La replica del governatore: “Ci sono famiglie negazioniste che non misureranno la temperatura ai propri figli prima di mandarli a scuola”

“Il fatto che siano le famiglie a misurare la temperatura dei bambini prima di andare a scuola per noi non è una cosa sufficiente senza un controllo efficace. Abbiamo raccomandato alle scuole di misurarla loro, se possono: non si tratta di una provocazione, ma solo di una forma di tutela”. Questa la replica del governatore Alberto Cirio alla ministra Lucia Azzolina, che in mattinata ha detto che l’ordinanza della Regione Piemonte potrebbe essere impugnata dal governo.

“Lo Stato ha ordinato a tutti i datori di lavoro di fare controlli ai propri dipendenti, perché non farlo con le scuole?”, ha aggiunto Cirio. “In Italia ci sono famiglie negazioniste, che hanno già detto che non misureranno la temperatura dei figli visto che ritengono che il Covid non esiste. Basta un solo bambino malato a scuola per creare un danno enorme”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo