Bigliettini
Cronaca
Indaga la Digos

Scritte naziste, altro caso a Torino: minacce alla figlia di un partigiano

Vanchiglia, due bigliettini in tedesco con tanto di svastica in prossimità del campanello di casa: non si esclude uno scherzo di cattivo gusto

Ancora una scritta nazista a Torino. Dopo i casi di Mondovì e di Borgo Po, che avevano visto insulti di stampo antisemita nei confronti del figlio di una deportata e della figlia di una staffetta partigiana, stavolta nel mirino è finita la figlia di un partigiano.

Due bigliettini con frasi offensive in tedesco e una croce uncinata si sono infatti materializzate in prossimità del campanello dell’abitazione di una donna, nel quartiere Vanchiglia.

La pensionata in questione è ben conosciuta nel locale gruppo Anpi e sull’episodio sta già indagando attivamente la Digos. Preoccupa la recrudescenza di episodi del genere a Torino e in tutto il Piemonte, anche se gli inquirenti non escludono la pista dello scherzo di cattivo gusto, magari per spirito di emulazione.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo