Beccato in piazza Repubblica a Torino

Fa scorte di un farmaco dagli effetti oppiacei e tenta di rivenderlo a porta Palazzo: acciuffato

L'uomo, 53 anni, è stato intercettato dagli agenti mentre cedeva la "merce" ad un acquirente

Torino, fa scorte di un farmaco dagli effetti oppiacei e tenta di rivenderlo a porta Palazzo: acciuffato dagli agenti del commissariato Dora Vanchiglia

Aveva fatto scorte di un farmaco dagli effetti oppiacei e poi aveva tentato di rivenderlo a porta Palazzo nel tentativo, evidente, di guadagnarci qualcosa. Per questo motivo un uomo di 53 anni, cittadino italiano, è stato fermato e arrestato dalla polizia, mercoledì scorso, in piazza della Repubblica a Torino.

NOTATO DAGLI AGENTI
Gli agenti del commissariato Dora Vanchiglia avevano notato quell’uomo mentre confabulava, con fare sospetto, con una persona. Ad un certo punto, lo sconosciuto è stato cisto tirare fuori dalle tasche alcuni blister contenenti medicinali e cederli all’altro. Immediata è scattata subito la perquisizione: si trattava di un farmaco utilizzato nella cura dalla dipendenza di oppiacei la cui vendita è subordinata alla prescrizione con ricetta medica.

VENDEVA I FARMACI PER GUADAGNARE
L’uomo che aveva ceduto quella sostanza è risultato, in realtà, in possesso della prevista prescrizione, peccato però che invece di farne uso personale aveva pensato bene di rivenderla per guadagnarci.

ARRESTATO E DENUNCIATO
Il 53enne aveva, in auto, altri blister di quel farmaco, per un totale complessivo di 82 pastiglie. Tutto il materiale è stato posto sotto a sequestro. L’uomo è stato arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacente e sanzionato, insieme all’acquirente, per aver contravvenuto alle disposizioni anti-contagio da Covid-19.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single