Darius Zujis
Cronaca
Presente anche un traduttore visto che non parla italiano

Scontro treno-tir nel Torinese, il camionista ha un malore in Procura: “Faccio quello che mi dicono” [FOTO]

Il 39enne lituano Darius Zujis è indagato per disastro ferroviario. L’Anas: “Il camion non ha rispettato le norme”

Intorno alle 15, negli uffici della Procura di Ivrea, il procuratore capo Giuseppe Ferrando ha iniziato l’interrogatorio a Darius Zujis, il 39enne autista lituano che era alla guida del tir che ha causato la tragedia di Caluso.

Indagato per disastro ferroviario, è assistito da un avvocato di fiducia. C’è anche un traduttore visto che non parla italiano. “Faccio quello che mi dicono” ha detto. “Non ho deciso il percorso per arrivare a Foglizzo. Mi guida l’equipaggio in cuffia perché con il carico la visibilità è fortemente ridotta”. Prima dell’interrogatorio Zujis ha avuto un lieve malore.

IL TRASPORTO ECCEZIONALE PARTITO DALLA REPUBBLICA CECA ERA DIRETTO A FOGLIZZO.

Il trasporto eccezionale che ha provocato l’incidente era partito della Repubblica Ceca ed era diretto alla Bitux di Foglizzo: trasportava due enormi imbuti. L’incidente è quindi avvenuto a circa 15 chilometri dalla ditta che avrebbero dovuto raggiungere.

L’Anas: “Il camion non ha rispettato le norme”

Secondo quanto riferito dall’Anas all’Ansa, il tir che ha causato l’incidente ferroviario a Caluso “in corrispondenza del passaggio a livello in località Are, al km 11,500 della strada statale, non ha rispettato le condizioni generali di utilizzo dell’autorizzazione da parte di Anas”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo