Scontri tra manifestanti anti G7 e forze dell'ordine
News
L’agente ferito è ricoverato al Cto: ne avrà per 40 giorni

SCONTRI G7. Il leader di Askatasuna in manette: è sospettato di aver picchiato un poliziotto

Andrea Bonadonna è stato arrestato al termine del corteo che aveva raggiunto Venaria. Frediani (M5S): “Subito libero”

E’ stato arrestato mentre stava rientrando a Bussoleno, dove risiede, Andrea Bonadonna, uno dei leader del centro sociale Askatasuna. Sarebbe sospettato di aver picchiato un poliziotto, che ne avrà per 40 giorni a causa delle ferite riportate. Il fatto sarebbe successo durante il corteo di protesta contro il G7 che, ieri, ha raggiunto Venaria.

L’agente è ricoverato al Cto di Torino. Bonadonna è accusato di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

L’APPELLO.

A difesa del leader di “Aska” si è schierata Francesca Frediani, consigliera regionale del Movimento 5 Stelle. L’appello è arrivato tramite Twitter: “Sembra impossibile. Andrea libero subito”.

Anche ReSet G7 chiede l’immediata scarcerazione di Bonadonna, oltre che di Anthony Pecoriello, un ragazzo di 23 anni residente a Pesaro, fermato durante gli scontri.

Anche i No Tav prendono le parti di Bonadonna: “Andrea è generoso, Andrea è un No Tav, Andrea non china la testa di fronte a qualsiasi ingiustizia – scrivono su Facebook. E’ un ragazzo che per la libertà lotta e non si risparmia mai. Andrea va liberato subito”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo