Foto dai profili social del Torino
Sport
PIANETA GRANATA

Schuurs si è già preso il Toro: «Che orgoglio i cori dei tifosi»

L’olandese si è ristabilito dopo il ko alla spalla

L’infortunio alla spalla è stato soltanto un grande spavento, ora Perr Schuurs è pronto a riprendersi il Toro. «Va molto meglio, sono pronto per la prossima partita – dice il difensore – e anche se non è stato facile stare fuori per infortunio, ora sono contento di essere tornato a giocare qualche minuto contro l’Espanyol». L’olandese si era sottoposto a diversi consulti specialistici per valutare le sue condizioni, la notizia di non doversi operare è stato un vero e proprio sospiro di sollievo per lui e per il tecnico Ivan Juric. E, nel frattempo, sta anche studiando l’italiano: «Ho due o tre lezioni alla settimana, per adesso parlo inglese con i miei compagni ma migliorerò presto» spiega in un italiano rivedibile, ma comunque soddisfacente essendo arrivato soltanto quattro mesi fa. Nella chiacchierata social con i tifosi del Toro, Schuurs racconta com’è andata la trattativa con il club di Cairo: «Ho avuto subito buone sensazioni e sono stato accolto benissimo, è stata una scelta semplice» rivela il classe 1999. Con Torino e con la gente c’è già un rapporto speciale: «È una bellissima città, sono stato diverse volte a Superga e lassù porto i miei amici che vengono dall’Olanda per spiegare loro l’importanza di quel luogo – aggiunge l’ex Ajax – mentre i tifosi del Toro ti danno tanta carica durante tutta la partita: è fantastico quando li sento urlare “Schuurs, Schuurs, Schuurs”, è la sensazione più bella che un giocatore possa provare». E c’è anche una curiosità legata ai suoi pre-partita: «Quando giochiamo di sera dormo sempre un paio d’ore durante il giorno» racconta su Instagram. In finale al Mondiale tiferà Argentina, «Ci sono Lisandro Martinez, Tagliafico e soprattutto Messi, il migliore del mondo» ammette il difensore, e oltre al calcio ha anche altre passioni: «Mi piacciono il padel e il tennis, mentre in F1 tifo per Verstappen».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo