schianto doblò
News
TRA ROMANO CANAVESE E SCARMAGNO

Schianto tra moto e Doblò. Morto centauro di 26 anni

Il terribile schianto ieri sulla Provinciale

È morto a 26 anni in sella alla propria moto che si è schiantata contro un Fiat Doblò. L’ennesima tragedia della strada è avvenuta ieri pomeriggio intorno alle 13.15 sulla provinciale che collega Romano Canavese e Scarmagno. La vittima è un motociclista di appena 26 anni, Gianlorenzo Rossetti, residente a Ivrea, che è morto sul colpo dopo il terrificante impatto.

Rossetti, che lavorava in un’azienda poco distante, era in sella alla propria moto Yamaha 1000 e procedeva in direzione Romano, quando dalla parte opposta è arrivato un Fiat Doblò. L’autista non si è accorto dell’arrivo del centauro e ha svoltato a sinistra, nei pressi di un palazzo che costeggia la provinciale già teatro in passato di numerosi gravi incidenti. Inevitabile lo schianto: la moto si è letteralmente sbriciolata e il centauro si è andato a schiantare contro una vettura in sosta nel piazzale. La morte dello sfortunato giovane è stata immediata.

La dinamica del sinistro è al vaglio dei carabinieri di Strambino e della polizia locale, prontamente intervenuti sul posto, che ora cercheranno di ricostruire l’accaduto raccogliendo le testimonianze di alcune persone che erano nel piazzale e quella del conducente del Doblò, un 46enne rimasto ferito ma non in modo grave. Sul posto dopo pochi minuti sono intervenuti anche i sanitari del 118 con delle ambulanze mentre da Torino si è alzato in volo l’elisoccorso. Ma tutti i tentativi dei sanitari del 118 di rianimare il giovane si sono purtroppo rivelati inutili. Il conducente del Doblò è stato trasportato sotto shock all’ospedale di Ivrea. La salma del ragazzo, dopo l’intervento del medico legale Paolo Gualtieri, è stata trasportata al centro di medicina legale di Strambino.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo