incidente ivrea 1
Cronaca
Anche tre feriti sulla Ivrea-Santhià

Schianto sul raccordo: morti padre, madre e il figlio di 15 anni [FOTO e VIDEO]

L’incidente potrebbe essere stato causato da un malore o da un incauto tentativo di inversione a U sulla bretella

Una strage senza fine. Non si ferma la drammatica conta delle vittime della strada in provincia di Torino. Ai quattro morti registrati tra domenica e lunedì, ieri si sono aggiunte altre tre vittime, un’intera famiglia – padre, madre e figlio di 15 anni – che ha perso la vita in un terribile incidente sulla Ivrea-Santhià.

Lo scontro è avvenuto intorno alle 19 all’altezza del territorio di Settimo Rottaro, al km 12 della bretella, in prossimità di una curva del tratto di strada che collega l’autostrada A4 Torino-Milano alla A5 Torino-Aosta, e ha visto coinvolte una Toyota Yaris e una Fiat Panda. Lo schianto è stato tremendo e ha scaraventato la Panda, su cui viaggiava una famiglia di italiani residenti in Gran Bretagna, nel fossato a bordo strada. Due delle vittime sono state catapultate fuori dai mezzi; una, in particolare, è finita a diversi metri di distanza, nel bosco, tanto che in un primo momento il bilancio della tragedia sembrava “solo” di due vittime. Sulla Yaris viaggiavano altre tre persone, tutte rimaste ferie in maniera grave e ricoverate in ospedale.

Difficile ricostruire con precisione quanto accaduto. La prima ipotesi è che le due auto stessero viaggiando in direzioni opposte. In quel tratto, a separare le carreggiate non ci sono barriere ma solo una striscia di terra e erba che è stata “saltata” dall’auto che è finita sull’altra carreggiata. Saranno le indagini della polizia stradale a dover stabilire se il salto di carreggiata è stato involontario, dovuto probabilmente a un malore dell’automobilista che avrebbe così perso il controllo della vettura, o se non si sia invece trattato di un incauto tentativo di inversione a U, in un tratto in cui ovviamente tale manovra è assolutamente vietata ma dove in passato si sono già registrati episodi simili.

Sul posto, oltre agli agenti della polizia stradale, sono intervenuti i vigili del fuoco, ambulanze ed elisoccorso del 118 e gli ausiliari di Ativa.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo