binari morte lavoro gn
Cronaca
MONDO DEL LAVORO

Schiacciato dal treno due settimane prima di andare in pensione

La tragedia mentre lavorava allo scalo di Orbassano

Ancora un morto sul lavoro, l’ennesimo dall’inizio di quest’anno. La vittima è un ferroviere: Umberto Leone, originario dell’Alessandrino. Viveva a Spinetta Marengo, dove era molto conosciuto. L’uomo, che aveva 61 anni e tra appena 15 giorni sarebbe andato in pensione (il prossimo 31 dicembre), è rimasto ucciso mentre stava svolgendo il suo lavoro. La pensione che tanto desiderata, gli avrebbe consentito di far ritorno al suo paese d’origine per occuparsi, finalmente a tempo pieno, di un fazzoletto di terra di sua proprietà, che avrebbe voluto coltivare a orto. Leone era un macchinista, e lavorava per la Mercitalia Rail. È stato schiacciato sui binari da un treno merci in manovra allo scalo di Orbassano. Erano circa le 22 di martedì, la vittima si trovava insieme con un collega, un amico con cui aveva condiviso anni di lavoro, sempre nella stessa squadra. E proprio quest’uomo, che ora si trova in stato di shock, ha assistito impotente alla tragedia. Una incidente sul quale ancora si sta cercando di fare chiarezza. Secondo le prime ricostruzioni, Leone stava agganciando un locomotore al resto del convoglio, quando questo si è mosso improvvisamente. Un’operazione di routine per un macchinista dell’esperienza di Leone, ma qualcosa è andato storto e la manovra gli è stata fatale. Il locomotore si sarebbe spostato, per cause in corso di accertamento, stritolando la vittima. Ogni soccorso, prima quello degli altri lavoratori e in seconda battuta dell’equipe del 118, è stato vano. A fare luce sulla dinamica di un incidente tragico e per certi versi inspiegabile, saranno gli ispettori dello Spresal dell’Asl To3 e le indagini che sono state affidate alla Polfer. A pretendere chiarezza, sono i sindacati che hanno promosso una raccolta fondi per aiutare la famiglia di Leone. Gli stessi sindacati chiamano in causa Mercitalia, l’azienda, che ha una sede anche a Orbassano, ed è una delle principali sul territorio nazionale per la gestione del trasporto merci e della logistica e fa parte del gruppo Ferrovie. L’intento di Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Ugl Ferrovieri e Smt Fast Confsal è quello di ottenere un incontro urgente per capire le cause dell’incidente. Il 37esimo in Piemonte, dall’inizio di questo 2021, in cui un lavoratore ha trovato la morte.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo