Il trio Baglioni-Hunziker-Favino, ovvero i protagonisti del Festival di Sanremo
Spettacolo
L’EVENTO

SANREMO 2018. Inizia lo spettacolo firmato Baglioni

Stasera, su RaiUno, al via il Festival. Tutti i cantanti in gara e gli ospiti della prima serata


Il “dittatore” artistico, il “dominus” che non teme Sanremo, tanto per riprendere il motto più recitato dietro le quinte dell’Ariston da quando lui, Claudio Baglioni, ha deciso di sfidare il triennio record di Carlo Conti e diventare il direttore artistico della rassegna per il 2018.

L’uomo tutto d’un pezzo che non si fa scalfire neppure dalle offese di Antonio Ricci («ho di meglio da fare nei prossimi giorni»). Da stasera, in prima serata su Raiuno, si comincia con una nuova pagina in cui lo spettacolo sarà fatto di sola musica. «Ho voluto preparare uno show nel nome della canzone italiana – ha detto Baglioni ieri ai giornalisti – anzi no, una mostra della musica, proprio come quelle che si fanno per arte e cinema. Non ci saranno astronauti, sportivi e performance extra-musicali ci sarà tanta musica, tante parole e tanto spettacolo».

E si comincia alla grande dato che, proprio per la prima puntata, è stato scelto Fiorello come super ospite. «Resta solo da capire se sarà appunto un ospite – come voglio io – ha detto ancora Baglioni – o lo “scaldapubblico” come, invece, desidera lui. Ma, visto che io sono il dittatore artistico, spero alla fine di avere la meglio (ha scherzato, ndr)».

Se il giallo di Fiorello è legato all’ora dell’apparizione in tv, le cose sono un po’ più serie per quanto riguarda Laura Pausini: «Ha la lariginte, l’ho appena saputo – ha detto Baglioni – rischia di non potere cantare… Dobbiamo aspettare». Gli altri momenti di show al di fuori della gara saranno quelli con Gianni Morandi, «duetteremo insieme in omaggio al grande Bacalov» (gli altri grandi nomi cui si dedicherà l’omaggio nelle prossime serate sono Sergio Endrigo, Fabrizio De Andrè, Umberto Bindi e Lucio Battisti) e con il cast del film di Gabriele Muccini “A casa tutti bene” in uscita nelle sale italiane il 14 febbraio. Sul palco dell’Ariston si vedranno, quindi, oltre a Pierfrancesco Favino scelto come coconduttore, Stefano Accorsi, Stefania Sandrelli, Carolina Crescentini, Massimo Ghini, Valeria Solarino, solo per citarne alcuni.

E tra un ospite e le tante performance di Baglioni («sì, canterò e duetterò spesso, anche con i miei brani») i protagonisti assoluti di questa sera saranno i venti Campioni e le loro canzoni: Annalisa, i Decibel, Diodato e Roy Paci, Elio e le Storie Tese, Enzo Avitabile e Peppe Servillo, Ermal Meta e Fabrizio Moro, Giovanni Caccamo, Le Vibrazioni, Lo Stato Sociale, Luca Barbarossa, Mario Biondi, Max Gazzè, Nina Zilli, Noemi, Ornella Vanoni, Bungaro e Pacifico, Red Canzian, Renzo Rubino, Roby Facchinetti e Riccardo, Ron, i The Kolors. A votare la canzone più bella, la giuria di qualità presieduta da Pino Donaggio (Giovanni Allevi, Serena Autieri, Milly Carlucci, Gabriele Muccino, Rocco Papaleo, Mirca Rosciani, Andrea Scanzi).

Tra gli altri annunci di Baglioni, in attesa di altre sorprese, il ritorno sul palco dell’Ariston, venerdì, di Pippo Baudo, e il Premio alla Carriera a Milva che, date le condizioni di salute della cantante, sarà consegnato alla figlia.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo