ASL
News
IL CASO. Settecento metri quadri al Pier della Francesca

SANITÀ MALATA. Dieci anni di sprechi, l’Asl affitta un loft ma poi non lo usa [LE FOTO]

Nei locali da ristrutturare soltanto abbandono. Ma ogni mese paga le spese e il riscaldamento

Nel giro degli immobiliaristi, quella trattativa se la ricordano ancora. E dicono che quando l’affare venne concluso, il venditore ricevette i complimenti di tutti. L’affare l’aveva fatto lui: il prezzo “strappato” – dicono – era ben più alto di quello che chiunque altro sarebbe stato disposto a mettere sul piatto.

All’acquirente, l’ex Asl To3, del resto, servivano nuovi spazi per trasferire alcuni uffici dell’Amedeo di Savoia, e quell’immobile libero di quasi 700 metri quadri al Pier della Francesca, proprio di fronte all’ospedale, era perfetto. Così adatto alle esigenze da chiudere la trattativa in fretta, pur di non lasciarselo scappare. Quando sia stata messa la firma, nessuno lo ricorda con precisione. Ma di sicuro sono passati più di dieci anni, visto che il compratore era l’ex Asl To3 che nel 2008 sarebbe stata accorpata alla ex To4 dando vita alla To2.

Oggi che anche questa si è unita con la Uno, quell’immobile che era sembrato indispensabile fa parte del patrimonio della neonata Asl Città di Torino. E dopo un decennio si presenta come allora: vuoto, con le pareti da intonacare, senza impianti, senza destinazione. Settecento metri quadri di sprechi al secondo piano della palazzina numero uno del “Pier”.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo