Sergio Chiamparino e Francesco Profumo
News
Siglata convenzione: il contributo riguarda il triennio 2017-2019

Sanità e cultura, nuovo patto con la Regione: la Compagnia di San Paolo stanzia 12 milioni

I fondi saranno utilizzati per l’efficientamento del sistema sanitari ed il sostegno a progettualità e a istituzioni rilevanti nel panorama culturale piemontese

La Compagnia di San Paolo stanzierà 10 milioni di euro per il sistema integrato della salute del Piemonte. E’ quanto prevede la convenzione triennale per il periodo 2017/2019 siglata, oggi, dal presidente della regione Piemonte Sergio Chiamparino e dal presidente della Compagnia Francesco Profumo. “La novità di questa convenzione è che la Compagnia di San Paolo non finanzia l’attuazione di un singolo intervento o l’acquisto di una specifica strumentazione, – ha spiegato Chiamparino – ma contribuisce in modo sostanziale alla messa in pratica di piani volti a migliorare l’efficientamento del sistema sanitario e la qualità dell’offerta sanitaria, oltre a sostenere il comparto culturale. Si tratta dunque di un esempio di collaborazione pubblico-privato che ha come obiettivo finale lo sviluppo complessivo del territorio piemontese”.

PROFUMO: LA COMPAGNIA AFFIANCHERA’ LA REGIONE
“La nostra Fondazione – ha aggiunto Profumo – è un hub di conoscenze e competenze al servizio dei propri territori di riferimento: le sole risorse non danno risultati se non vengono accompagnate dalle competenze, ecco perché la Compagnia di San Paolo intende, con questa convezione pluriennale, affiancare la Regione Piemonte nella partecipazione a piani nazionali quali quello sulle malattie croniche e quello sulla sanità digitale. Metteremo inoltre a disposizione della Regione persone e risorse con lo scopo di migliorare l’efficienza dei processi dell’attuale Città della Salute”.

ALTRI 2 MILIONI PER LA CULTURA
La Regione Piemonte e la Compagnia di San Paolo ritengono, infine, importante la sinergia con strutture che svolgono ricerca nel campo biomedico sul territorio come l’Italian Institute for Genomic Medicine (IIGM ex HuGeF) e il Centro di Biotecnologie e Medicina Traslazionale dell’Università di Torino (CBMT), che saranno parte integrante, nell’ambito della ricerca, del futuro Parco della Salute, della Ricerca e dell’Innovazione della Città di Torino. Nell’ambito della convenzione è previsto anche il sostegno a progettualità e a istituzioni rilevanti nel panorama culturale regionale, in grado di attivare dinamiche di sviluppo del comparto, a favore delle quali la fondazione torinese erogherà, nel triennio 2017/2019, un ulteriore importo pari a 2 milioni di euro, portando a un totale complessivo di 12 milioni di euro lo stanziamento previsto per la convezione.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo
banners