arresti
Cronaca
Lieto fine

Salvati dalla polizia: doppo intervento a San Paolo e Barriera Nizza

Determinante, in entrambi i casi, la tempestività nei soccorsi e nell’opera di convincimento degli agenti

Lunedì scorso una donna ha contattato la Centrale Operativa della Questura in quanto preoccupata per le condizioni del figlio, a seguito della ricezione di un messaggio dove quest’ultimo le comunicava l’intento di compiere un gesto estremo.

Gli agenti del commissariato San Paolo, dopo aver raggiunto la residenza dell’uomo, hanno suonato ripetute volte il campanello, senza ottenere alcuna risposta. Da un controllo esterno le gelosie dell’abitazione sono risultate completamente chiuse, lasciando presumere che in casa non vi fosse nessuno. I poliziotti hanno richiesto l’intervento dei vigili del fuoco per una verifica.

Una volta all’interno dell’appartamento, è stata constatata la presenza dell’uomo, in stato di semi incoscienza. Dopo averlo adagiato in posizione di sicurezza, gli operatori lo hanno tenuto sveglio fino all’arrivo di personale medico; presso un nosocomio cittadino, è stato accertato che l’uomo aveva ingerito del profumo per tentare l’estremo gesto.

È di ieri mattina, invece, l’ultimo intervento dei poliziotti della Questura di Torino per il salvataggio di un giovane che aveva minacciato di gettarsi dal ponte Umberto I. Gli agenti del commissariato Barriera Nizza e della Squadra Volante sono riusciti a riportare in strada il soggetto, dopo che questi aveva già scavalcato il parapetto ed era in piedi sul cornicione.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo