Gallerie
Cultura
L’INIZIATIVA

Sabato 24 sarà il giorno dell’arte: gallerie aperte in contemporanea

Da Febo e Dafne a Raffaella Chirico: ecco il percorso fra inaugurazioni e grandi ritorni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Se il “D” day per quanto riguarda spettacoli, musei, ristorazione è segnato per lunedì 26 aprile (sempre che si torni in zona gialla), l’arte si dà appuntamento, invece, a sabato 24. Forti dell’arancione che ha concesso loro di aprire i battenti già da questa settimana, 13 tra gallerie fra le più importanti della città alzeranno le serrande dalle 11 alle 19 in contemporanea e molte di loro coglieranno l’occasione per inaugurare nuove mostre.

Si tratta della data primaverile della Tag ResArt 2021 voluta, come già accadde in autunno, dalla Torino Art Galleries, l’associazione fondata nel 2000 che ha per scopo la promozione e la diffusione dell’arte, con particolare attenzione all’arte contemporanea, come elemento di crescita culturale del territorio e della comunità locale. Ma ecco cosa si potrà vedere.

La Febo e Dafne di via Vanchiglia inaugurerà la collettiva firmata da: Pier De Felice, Zamfira Facas, Silvia Leveroni Calvi, Luisa Raffaelli, Martina Di Trapani, Gosia Turzeniecka (fino al 22 maggio). Alla Gagliardi e Domke di via Cervino si apre “Thousand ways to say city” Mille modi per dire “Città”. Dal celebre Thomas Struthla che va a caccia dei silenzi, percorrendo le città in ore di massima quiete, a Luisa Raffaelli che nelle notti inventa suggestioni da serie nera.

In Arco di piazza Vittorio si concentrerà su “Andy Warhol-Suggestioni”. La mostra è impostata su un insieme molto variegato di opere grafiche di tipologia varia, che documenta tutto l’arco della ricerca dell’artista, dagli inizi degli anni ‘50 alla fine degli ’80, oltre quarant’anni di vita artistica complessa e innovativa. Norma e Mangione di via Matteo Pescatore, aprirà con “Bill Lynch by my rock in central park” che per la prima volta mostrerà in Italia una selezione di dipinti e di disegni di Bill Lynch.

Ed ecco anche Paeola e Simondi di via della Rocca con la sua “Scenari emotivi”, la seconda mostra personale di Paolo Bini (Battipaglia, 1984), a cura di Beatrice Audrito. In via dei Mille, Photo & Contemporary inaugurerà il suo il suo “Spring group-show” con opere di Gabriele Basilico, Nicola Bolla, Franco Fontana, Giovanni Gastel, Luigi Ghirri, Bruce Naumann, Nils-Udo, Uli Weber, Thomas Wrede.

Grandi novità per quanto riguarda Raffella De Chirico che inaugurerà sabato la sua ultima collettiva in via della Rocca (Sergio Ragalzi, Mohsen Baghernejad, Gisella Chaudry, Fabio Perino) per poi riaprire a maggio nella nuova sede di via Barbaroux 16 e a Milano in via Carlo Farini 2. Le altre gallerie, invece, coglieranno l’occasione per continuare con i loro allestimenti lasciati in sospeso.

Si va così dalla Tucci Russo di via Bertolotti con “Human and nature portraits-Group Show”, alla Weber & Weber di via San Tommaso e la collettiva “Intermezzo”. Alla Riccardo Costantini di via Giolitti, ancora una collettiva dal titolo “O tempora o mores”. Alla Galleria Franco Noero di via Mottalciata prosegue la collettiva “L’acqua”, alla Giorgio Persano di via Stampatori l’esposizione su “Julião sarmento on goya” e alla Luce Gallery di Largo Montebello “Ludovic Nkoth you sea us”. Tutte aperte, infine, secondo orari e modalità diverse, anche il resto delle gallerie torinesi.

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo