Foto: Depositphotos
Cronaca
La trattativa

Ruba il telefonino e chiede 20 euro per restituirlo: la polizia lo arresta

Il responsabile del furto è un giovane algerino trovato in possesso di hashish dagli agenti del Commissariato Barriera Milano

Approfittando di un momento di distrazione di un cittadino bengalese che stava facendo la spesa, gli ha sfilato il cellulare dalla tasca del giubbotto e si è allontanando a bordo di un monopattino. Un amico della vittima, però, ha riconosciuto l’autore del furto, un cittadino algerino di 20 anni, e avendone il cellulare, lo ha contattato. Il ladro ha quindi proposto di vedersi al ponte di ferro sito all’incrocio fra corso Vercelli e Lungo Dora Napoli per la restituzione del telefonino al prezzo di 20 euro.

Nelle fasi della contrattazione fra la vittima del reato e il ladro, è transitata davanti al ponte una pattuglia di polizia del Commissariato Barriera Milano; visti gli agenti, il malfattore si è dato alla fuga prima di aver restituito il telefonino alla vittima. Accortosi che stava per essere raggiunto, si è disfatto di numerosi frammenti di hashish gettandoli sul ponte e del cellulare rubato. Una volta fermato, è stato trovato in possesso di un frammento di hashish di cinque grammi del quale non era riuscito a disfarsi in tempo e, in merito al cellulare, ha dichiarato di non sapere di chi fosse.

Negli istanti successivi  sono giunti sul luogo la vittima del furto in compagnia dell’amico che hanno spiegato quanto appena accaduto. Il 20enne, già noto per precedenti di polizia inerenti agli stupefacenti e per reati contro la persona, è stato arrestato per furto aggravato, violazione della Legge sugli stupefacenti e per danneggiamento, poiché all’interno degli uffici di polizia si è anche reso protagonista del danneggiamento della celletta di sicurezza.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo