I lavoratori della Embraco fuori all'Unione Industriale
News
EMERGENZA LAVORO

ROTTURA TOTALE. L’Embraco non ritira i licenziamenti e i sindacati abbandonano il vertice [LE FOTO]

L’incontro all’Unione Industriale di Torino è durato soltanto pochi minuti. La Uilm: “Ignobile ricatto”. La Fiom: “Osceno proporre ai lavoratori il passaggio al part time”

E’ rottura totale tra la Embraco e i sindacati, che hanno abbandonato l’incontro in programma all’Unione Industriale di Torino dopo che l’azienda si è rifiutata per l’ennesima volta di ritirare i 497 licenziamenti dei dipendenti dello stabilimento di Riva di Chieri. Il vertice è durato solo pochi minuti.

“Una volta compreso che l’azienda non ritira i licenziamenti, in coerenza con quanto dichiarato in sede ministeriale, la delegazione Uilm ha abbandonato il tavolo. La Uilm è disponibile a percorrere qualsiasi strada se il tavolo viene sgomberato dall’ignobile ricatto” hanno affermato Dario Basso, segretario Uilm Torino e Vito Benevento, responsabile Embraco per la Uilm.

Sulla stessa lunghezza d’onda Lino La Mendola e Ugo Bolognesi della Fiom: “L’idea di proporre ai lavoratori il passaggio al part time per non essere licenziati è oscena”.

Fuori all’Unione Industriale i lavoratori si sono riuniti in presidio.

Se non si troverà un accordo entro il 26 marzo, scatteranno i licenziamenti.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo