cavalcavia
News
CIRCOSCRIZIONE 6

Rotto l’isolamento con Falchera. Dopo 14 anni il nuovo cavalcavia

Da corso Romania al confine con Settimo. Spazio a ciclabile e parcheggi

La bretella che ri-attacca la periferia alla città. Quattro milioni e 700mila euro il costo per il cavalcaferrovia inaugurato ieri alla Falchera e che apre un secondo ingresso nel quartiere. Un nuovo tratto che permette di attraversare la Falchera scavalcando la ferrovia, da corso Romania verso il confine con Settimo, passando sotto l’autostrada e arrivando in via Nuvolari per raggiungere Falchera nuova e via Sant’Elia. E ricongiungendosi poi con Falchera vecchia grazie a due rotonde. «Un’opera che per anni era stata bloccata dalla burocrazia», ha detto la sindaca Chiara Appendino, rinnovando poi l’appuntamento a fine mese «per inaugurare il parco dei laghetti». I soldi sono arrivati dal Ministero e fanno parte di un pacchetto da 11 milioni per riqualificare il quartiere. In più ci sono un parcheggio con 200 posti connesso alla stazione Stura e la sistemazione a verde di 3mila metri quadri dell’area con 50 tigli piantati. Il collegamento è anche affiancato da una ciclabile.

«Un progetto pensato per moderare il traffico e che sarà utile a tutti», l’ha definito l’assessora Maria Lapietra, mentre Carlotta Salerno, presidente della Sei, ha parlato di un’opera «che cancella l’immagine di una Falchera isolata dal resto della città».

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo