Carabinieri
News
L’INCUBO

Romano Canavese, tenta di rapinare e violentare una donna: 31enne in manette [VIDEO]

La vittima, 27 anni, è stata aggredita alle spalle: ha riportato un trauma facciale e la frattura del setto nasale

Salvata da una telefonata. Se il suo telefono non avesse iniziato a squillare, infatti, sarebbe finita nel peggiore dei modi. E’ l’inferno vissuto giovedì sera, intorno alle 20:30, da una 27enne a Romano Canavese, in provincia di Torino. La giovane stava tornando a casa dal lavoro a piedi, quando è stata aggredita alle spalle da un 31enne romeno. L’uomo ha tentato di rapinarla e violentarla.

L’INCUBO

Dopo averla spinta a terra, l’ha colpita più volte con schiaffi e pugni. La vittima si è difesa con coraggio e con tutte le sue forze, ma alla fine l’uomo l’ha immobilizzata e le ha sfilato i pantaloni per stuprarla.

A un certo punto, per fortuna, il suo telefono ha squillato e il suo aggressore si è spaventato. La 27enne si è rivestita ed è scappata, ma prima il romeno l’ha minacciata: “Ho il tuo numero di telefono, non denunciarmi”.

Le urla della vittima in fuga, sconvolta e sanguinante, hanno attirato l’attenzione di alcuni residenti che, dopo averla soccorsa, hanno chiamato la centrale operativa dei carabinieri. Le immediate ricerche dell’aggressore da parte delle pattuglie di Strambino e Ivrea hanno permesso di arrestarlo mentre camminava nel centro di Strambino per lesioni personali, tentata rapina e violenza sessuale. L’uomo, senza fissa dimora, è stato anche sanzionato per aver violato le misure di contenimento relative all’emergenza coronavirus. La donna, soccorsa da personale sanitario, è stata trasportata all’ospedale di Ivrea dove le hanno riscontrato un trauma facciale e la frattura del setto nasale.

IL VIDEO

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo