Juventus Training Session
Sport
TOUR DE FORCE

Roma, Zenit e Inter: Allegri cerca una punta. E’ l’ora di Kaio Jorge?

Si è fermata sul più bello, ma soltanto perché il calendario ha messo in programma la pausa per le nazionali. La Juventus era in netta crescita prima della sosta, i risultati lo confermano: 16 punti conquistati sui 18 disponibili nelle ultime sei gare tra campionato e Champions League, zero gol subiti tra Chelsea e derby contro il Torino. Massimiliano Allegri stava ritrovando la sua squadra, ora vuole proseguire sulla strada che i bianconeri hanno iniziato a tracciare dallo scorso 14 settembre a Malmoe. E i prossimi impegni saranno decisivi tra una corsa allo scudetto che deve continuare e un pass per gli ottavi di finale di Champions che può già essere ipotecato: la Roma domenica, lo Zenit a San Pietroburgo mercoledì, l’Inter a San Siro il 24 ottobre. Tra campionato e coppa, la Juve sta entrando in una fase cruciale della stagione, anche perché Allegri continua a ripetere come un mantra: «I primi bilanci andranno fatti alla pausa di novembre» il pensiero del tecnico.

Alla Continassa, però, si continua a lavorare nell’emergenza, in attesa che rientrino tutti i nazionali e che gli infortunati diano notizie confortanti. Per la sfida contro l’acerrimo rivale Mourinho, infatti, mancherà sicuramente Rabiot, attualmente in isolamento perché positivo al Covid-19, e bisognerà valutare McKennie, il quale si è fermato in nazionale per qualche acciacco muscolare. E poi servirà disegnare un nuovo attacco, come già accaduto contro il Toro: per il duello con Juric, Allegri propose Kean, ma l’esperimento non ha convinto il tecnico, tanto da sostituire l’attaccante dopo appena 45 minuti. Così, oltre al sempre valido esperimento di Bernardeschi falso nueve, già svelato contro il Chelsea e nel secondo tempo del derby, l’ultima ipotesi porta a Kaio Jorge. Il brasiliano, tornato a disposizione dopo il fastidioso infortunio che lo aveva tenuto fermo ai box, scalpita per la prima vera occasione. Fino ad oggi ha collezionato appena un minuto contro il Toro, la sua avventura in bianconero comincia di fatto adesso. E, dopo l’ora abbondante disputata nel test contro l’Alessandria, nell’amichevole alla Continassa giocata sabato scorso, il 19enne di Olinda cerca la prima occasione. Tanto dipenderà dalle condizioni di Morata e Dybala, entrambi in miglioramento ma tenuti sotto osservazione dallo staff medico per evitare pericolose ricadute dopo i guai muscolari accusati contro la Sampdoria.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo