unnamed
News
NICHELINO

Roghi a ripetizione all’ex Viberti. I pompieri: «Danni ambientali»

Interventi della Prefettura e del Comune ma la situazione non cambia
Sul problema Viberti e degli incendi che si sono susseguiti negli ultimi giorni si è mossa anche la Prefettura, che ha inviato in municipio una richiesta per capire quali passi siano stati fatti per mettere in sicurezza l’area. Una richiesta che ha preso spunto dagli accertamenti fatti dai vigili del fuoco nell’ultimo rogo del 3 giugno scorso (pressochè certa la natura dolosa), quando ancora una volta andarono in fumo macerie e masserizie abbandonate all’interno dello stabilimento dismesso. E nella relazione si parla senza mezzi termini di danni ambientali provocati dai roghi.
Il Comune dal canto suo ha già emesso da settimane un’ordinanza ad hoc nei confronti della proprietà, dopo che un sopralluogo dell’Arpa dello scorso 19 di maggio aveva già certificato la gravità della situazione. Nella verifica effettuata nei locali della ex ditta è stato rilevato che, a seguito di furti e atti vandalici ad opera di ignoti, risultano presenti notevoli quantità di rifiuti con «vari segni di abbruciamenti», si legge nell’ordinanza del Comune, e poi oggetti metallici e di altra natura sparpagliati in diverse zone, nonchè evidenti danneggiamenti, presumibilmente derivanti dal rave illegale intercorso nel capodanno 2016.
Sulla base di quanto rilevato, l’Arpa ha ritenuto opportuno far effettuare con urgenza la messa in sicurezza dell’area interessata all’incendio, per evitare il ripetersi di fenomeni simili. E poi la raccolta e il corretto conferimento dei rifiuti derivati dall’incendio nonchè del resto della spazzatura presente sia all’esterno che all’interno dei capannoni e infine di predisporre controlli per evitare ulteriori intromissioni con possibili rischi per chi entra nell’ex stabilimento. Il problema è che, a oggi, nulla di questo è stato fatto e la situazione continua ad essere delicata. Di Viberti si è parlato anche nell’ultimo consiglio comunale di martedì, vista l’interrogazione presentata dal Pd proprio in merito agli ultimi fatti accaduti. Diego Sarno, assessore all’Urbanistica, spiega: «Il Comune si è già mosso per tempo ordinando alla proprietà di sgomberare l’area dai rifiuti. Se venissero fuori reali danni ambientali dettati dagli incendi non esiteremo a richiedere un intervento di Arpa. Nel caso la proprietà non ottemperi all’ordinanza? Vedremo con il nostro ufficio legale quali altri spazi di manovra possiamo avere per agire, eventualmente applicando sanzioni».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo