Urbano Cairo
Sport
MONDO GRANATA

Rivoluzione Cairo: subito Vagnati, Bava alle giovanili

Toro, resa dei conti

Terremoto in casa Toro. L’epicentro è stato il Filadelfia, i protagonisti Urbano Cairo e Massimo Bava. L’altro 4 maggio del Toro è durato due ore e mezza, con un confronto dai toni accesi tra presidente e ds. Al centro delle discussioni le voci sempre più insistenti dell’approdo di Vagnati – ormai ex ds della Spal – sotto la Mole. L’editore, dopo aver imputato a Bava l’attuale stagione fallimentare, ha confermato le voci su Vagnati, retrocedendo di fatto Bava nuovamente al settore giovanile per dare spazio all’uomo di mercato che si è dimesso dalla Spal la settimana scorsa.

Cairo è rimasto profondamente deluso dal cammino dei granata in campionato, al punto da definirlo disastroso, e il primo pagarne le conseguenze sarà proprio Bava. D’altra parte, però, lo stesso Bava pensava e sperava di aver ben più libertà d’azione: due sessioni di mercato praticamente senza colpi, se si esclude il prestito di Laxalt terminato anzitempo (oltre al terzo portiere Ujkani), l’unica vera decisione che ha potuto prendere è stata la scelta di puntare su Longo. Adesso, la palla passa all’ex (e allo stesso tempo “possibile futuro”) responsabile del settore giovanile: potrà decidere di tornare indietro, tra i torelli del futuro, oppure andarsene. Perché se gli arrivasse un’offerta interessante, le strade del Toro e di Bava potrebbero dividersi.

ERA VAGNATI

Il presidente Cairo gli ha rivelato le mosse in atto: il ruolo di ds verrà affidato a Davide Vagnati, le firme arriveranno molto presto, anche perché il dirigente si è già liberato dalla Spal. Giovedì scorso ha presentato le dimissioni dal club di Colombarini, una mossa singolare se si pensa che è stata effettuata a fine aprile. È chiaro, dunque, che i discorsi con Cairo siano decisamente avanzati: insieme a Vagnati, arriveranno anche diversi collaboratori. Come il suo vice Specchia, o come tanti altri volti e colleghi ai tempi di Ferrara. Potrebbero cominciare a lavorare a stretto giro di posta, così da iniziare immediatamente a programmare la prossima stagione. Non si esclude di poterlo già vedere a Torino nelle prossime ore. Con l’arrivo di Vagnati cambiano anche gli scenari della panchina.

DOPO LONGO

Sembra paradossale parlare di un nuovo allenatore con quello attuale che ha avuto a disposizione appena tre partite, eppure in via Arcivescovado si valuta anche la panchina. Longo non può contare su un grande curriculum, un tris di sconfitte nonostante tutte le attenuanti del caso, e il futuro ds Vagnati ha già almeno un paio di profili da monitorare. Il grande favorito sembra Semplici,, ma subito dietro sta provando a recuperare D’Aversa, protagonista della risalita del Parma.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo