alloggi atc
Cronaca
IL FATTO

«Ristrutturati 519 alloggi Atc»: risorse extra contro gli abusivi

Al via i cantieri per gli interventi con il superbonus 110% in decine di condomini

I problemi manutentivi nelle case popolari sono all’ordine del giorno, a volte anche a causa degli atti di vandalismo, eppure Atc nel corso del 2021 è già intervenuta in maniera massiccia ristrutturando e mettendo a disposizione dei comuni competenti 519 alloggi, dei quali 381 nella sola città di Torino. Sostanzialmente quasi il numero raggiunto nel 2020, quando il Covid 19 aveva rallentato i cantieri, e che l’Agenzia punta quindi a raddoppiare entro la fine dell’anno. «Dalla Regione è arrivato anche un milione di euro – spiegano da Atc -, che investiremo nella manutenzione degli alloggi sfitti per far sì che possano essere riassegnati nel più breve tempo possibile, dando risposte alle famiglie in attesa di una casa ed evitando così il rischio di nuove occupazioni. Ma su quel fronte stiamo già lavorando a pieno ritmo». Gli allarmi contro le possibili intrusioni aiuteranno poi le forze dell’ordine a identificare eventuali furbetti.

Superbonus

Atc sta concentrando tutti gli sforzi e le risorse disponibili per far fronte ad un patrimonio immobiliare che invecchia progressivamente e ha bisogno di costanti interventi. A tal proposito stanno per aprirsi i cantieri per i lavori con il Superbonus 110% in decine di condomìni a Torino in via Ivrea e via Scarsellini (ma è in corso un bando anche per le case di corso Racconigi), poi a Collegno, Ivrea, Beinasco dove addirittura i lavori sono già partiti.

Investimenti

«E’ necessario un investimento corposo – spiega il presidente Atc, Emilio Bolla -. E con il Superbonus 110% possiamo risolvere molti problemi. In corso Racconigi, per esempio, il bando ci aiuterà a riqualificare finalmente quelle palazzine». E per quanto riguarda le manutenzioni «cerchiamo di stare dietro a tutto. Non è facile ma con il milione ricevuto dalla Regione metteremo a posto gli alloggi in risulta. Poi il Comune, però, deve assegnarli. Al momento si va un po’ a rilento».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo