Schermata 2017-09-21 alle 23.01.17
News
CHIERI

Rissa in strada, denunciata una consigliera. “Ha colpito il mio bambino”, ma lei nega

Finirà in tribunale lo scontro tra Rachele Sacco e una mamma, entrambe curate in ospedale

«Io volevo solo difendermi: Rachele Sacco e sua madre hanno picchiato me e mio figlio di 15 mesi. Infatti ho una costola rotta». È la versione di Nicole Albanese, giovane mamma chierese che ha ammesso di aver colpito con un calcio la consigliera comunale di Forza Italia, intorno alle 12 di lunedì. Ma Sacco, supportata da una serie di testimoni, assicura di non aver toccato la 27enne: «È lei che ci ha aggrediti e minacciati di morte, sia lì che in ospedale».

Di certo sono state entrambe ricoverate e poi dimesse con una prognosi di dieci giorni. Ma chi ha ragione sulla ricostruzione? Probabilmente lo stabiliranno carabinieri e giudici, visto che la ragazza ha presentato una querela: ora Sacco, ex assessore e oggi capogruppo di Forza Italia, e sua mamma Maria Passannante sono accusate di lesioni personali.

Loro si riservano di sporgere un’altra denuncia ma continuano a chiedersi cos’abbia scatenato l’intero diverbio: «Ero arrabbiata per la macchina parcheggiata male – motiva Albanese – Così ho tirato un calcio all’auto e poi ho insultato Sacco. Ma le ho tirato un calcio solo dopo che lei se l’è presa con me e mio figlio. Ho sbagliato, è stata la rabbia di un momento: non avevo mai visto la consigliera». La quale fornisce un’altra versione: «Mi conosceva, è stato un atto premeditato e organizzato. Sono presa di mira per la mia attività politica, anche se non so da chi».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo