Palpeggia una ragazza sul bus, finisce in carcere.
News
Accade a Torino

Rimessa in libertà, si mette a dormire davanti al carcere perché non sa dove andare

La ragazza, 20 anni, originaria della Nigeria, ha iniziato la sua protesta venerdì scorso, davanti al “Lorusso e Cutugno”

Scarcerata, si mette a dormire davanti alla prigione perché non sa dove andare. Protagonista della “folle” storia una 20enne nigeriana. Respinta dalla Francia, la ragazza è stata arrestata lo scorso 19 giugno, per resistenza, davanti alla stazione ferroviaria di Porta Susa, e quindi rinchiusa in una cella del carcere “Lorusso e Cutugno” di Torino.

LIBERATA, SI FERMA DAVANTI AL CARCERE
Dopo due giorni di detenzione, la giovane extracomunitaria è stata rimessa in libertà. E’ accaduto venerdì scorso. A quel punto la ragazza, invece di allontanarsi dalla casa circondariale delle Vallette, ha pensato bene di fermarsi sul posto “accomodandosi” sulla panchina posta proprio davanti all’androne dell’ingresso dell’ufficio colloqui familiari del carcere. E lì è rimasta fino ad oggi.

UNA SITUAZIONE MOLTO TRISTE
“Abbiamo provato in tutti i modi a darle assistenza – ha spiegato il direttore del carcere, Domenico Minervini – Ci siamo attivati con chi è abituato a trattare in queste situazioni. Hanno provato a parlarle i cappellani, il dirigente sanitario, il garante dei detenuti, gli psicologi e i rappresentanti delle associazioni che si occupano di persone in difficoltà. E’ una situazione molto triste”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
RUBRICA
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo