L'assessore Monica Cerutti
News
Il fatto

Rifugiato aggredito, Cerutti: “Frutto cattiva politica, voglio incontrarlo”

L’assessore all’Immigrazione: “Rammaricata per quanto accaduto. Solidarietà a chi è fuggito dalla guerra”

“Sono davvero rammaricata per quanto avvenuto venerdì sera a Mirafiori Nord. L’aggressione ad Ahmed, un giovane profugo fuggito dalla guerra del Sud Darfur mi riempie di rabbia e di tristezza. Per questo proverò a incontrarlo, non appena si sarà rimesso, per portare la solidarietà della Regione Piemonte e la mia personale”. Così l’assessora all’Immigrazione e Politiche giovanili della Regione Piemonte, Monica Cerutti, commenta l’episodio di Torino.

FRUTTO DI CATTIVA POLITICA
La vicenda non è, secondo l’esponente della giunta Chiamparino, “il gesto isolato di un bullo” ma il “frutto di un clima di odio alimentato dalla cattiva politica. Si raccontano mezze verità sul fenomeno delle migrazioni, si alimenta la paura verso chi arriva dall’Africa come nel caso del sindaco di Domodossola che chiedeva stanze separate per neri e bianchi negli ambulatori per evitare, a suo dire, il rischio di trasmissione di chissà quali pericolose malattie”.

NON CASCHIAMO NELLA TRAPPOLA
“Cittadini non caschiamo nella trappola. I problemi dell’Italia non sono i migranti, sono le disuguaglianze, il fatto che una piccolissima percentuale di persone detiene la metà della ricchezza mondiale. Dal fatto che c’è chi sfrutta sia gli africani che gli italiani, e chi viene sfruttato” conclude.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

News
Vinci TorinoCronaca 2023
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo