negozio di abbigliamento
News
IL FATTO

Riaprono cartolai e negozi per bimbi. «Ma per noi non ci sono indennizzi»

Via libera anche alle toelette per cani. Con le scuole chiuse il dramma delle rivendite di cancelleria

Con la fine della quarantena hanno riaperto anche le cartolerie, i negozi per bambini e le attività di toelettatura animali. Ma il ritorno alla normalità si sta rivelando tutt’altro che una passeggiata. Massima è l’attenzione per la sicurezza e l’igiene, ma non mancano i problemi economici soprattutto per alcune categorie “costrette” a riaprire senza indennizzi.

Una delle più penalizzate è senza dubbio quella dei cartolai che, con la chiusura prolungata delle scuole, si ritrovano a girarsi i pollici per la maggior parte del tempo, tra quaderni e zaini rimasti invenduti. «Se le scuole non riaprono siamo rovinati» spiega Luigi Fiorita, titolare di una cartoleria in corso Vittorio 27, rilevata appena qualche mese prima dell’emergenza.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo