FurtoDefibrillatore
Cronaca
Restituito al presidente dell’Associazione Italiana cuore e rianimazione Lorenzo Greco ONLUS

Recuperato il defibrillatore rubato a Mirafiori, denunciati i ladri [VIDEO]

La polizia ha individuato i due responsabili grazie alle immagini scaricate dal sistema di videosorveglianza delle telecamere della zona

Nei giorni scorsi qualcuno aveva rubato un defibrillatore da una teca vicino piazza Galimberti, a Mirafiori. Un apparecchio che può salvare vite, comprato grazie ai fondi raccolti dai commercianti del quartiere e posto a disposizione della cittadinanza. Anche e soprattutto per questo motivo, il furto aveva scosso non poco commercianti e cittadini del posto.

Gli agenti di polizia del commissariato Mirafiori si sono attivati immediatamente e grazie alle immagini scaricate dal sistema di videosorveglianza delle telecamere della zona, hanno individuato due soggetti che la sera del 4 gennaio si sono avvicinati alla teca e l’hanno osservata a lungo. Dopo qualche minuto uno dei due è ritornato con un sacchetto e, come se fosse una cosa normale, ha sottratto il defibrillatore allontanandosi.

Immaginando potesse trattarsi di persone che gravitavano nel quartiere, i poliziotti hanno iniziato una serie di servizi di osservazione. La visione delle immagini del sistema di video sorveglianza, infatti, aveva colpito gli agenti per un particolare: la “camminata” di uno dei malfattori, lenta e trascinata.

La mattina del 7 gennaio, i poliziotti della squadra di polizia giudiziaria del commissariato Mirafiori hanno notato un soggetto con lo stesso tipo di andatura, e lo hanno identificato. In ufficio hanno approfondito la sua posizione e verificato che recentemente era stato controllato in compagnia di altro soggetto che, da ulteriori e approfondite verifiche, risultava avere le stesse caratteristiche dell’altra persona ripresa dalle telecamere.

A questo punto i poliziotti hanno effettuato una perquisizione a casa dei due: uno di loro, M.P., classe ‘75, ha ammesso subito il fatto riferendo che il defibrillatore si trovava ancora nella cantina del complice: G.R., classe ’73. Gli agenti hanno recuperato l’apparecchio, ancora integro e funzionante, che la sera stessa è stato restituito al presidente dell’Associazione Italiana cuore e rianimazione Lorenzo Greco ONLUS. Dopo una breve verifica tecnica, verrà riconsegnato alla città. Gli autori del furto, entrambi con precedenti di polizia, sono stati denunciati per furto aggravato.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo